È semifinale! Drain by Ecodem supera per la quarta volta in questa stagione l’Autosped Castelnuovo Scrivia (59-67) e infligge il 2-0 nella serie alle piemontesi, estromettendole dai playoff. Grande partita per la formazione di coach Soave che ha affrontato questa sfida con la giusta concentrazione e tanto agonismo, portandola a casa meritatamente. Le biancoblù hanno retto la lotta sotto i tabelloni (40-36 ai rimbalzi per l’Autosped) e hanno ancora una volta fatto la differenza in difesa, tendendo a soli 59 punti in casa Castelnuovo.

Primo quarto molto equilibrato, con l’Alpo Basket che si fa preferire all’inizio grazie ai canestri di Conte, Dell’Olio e Reani (5-9): Castelnuovo risponde con un break di 8-2 chiuso dai liberi di Colli che valgono il sorpasso (13-11). La frazione si chiude con il cesto dell’ex Vitari (13-13) ma le padrone di casa accelerano in apertura del secondo quarto con Pavia e Podrug (17-13). La tripla di Conte riporta le veronesi a contatto (17-16), poi però Madonna, “assente” sinora in questa serie, si mette in proprio e realizza tre triple praticamente consecutive, la prima delle quali vale il massimo vantaggio interno della serata (22-16). La risposta di Drain by Ecodem è da grande squadra: due tiri da oltre l’arco di Coser e Conte impattano il punteggio (22-22), la contesa si “riscalda” tanto che arrivano un fallo tecnico a testa per Soave e Zara e un antisportivo a D’Angelo. A 1′:20″ dall’intervallo è perfetta parità (29-29), prima che la top scorer della serata “Nasti” Conte (chiuderà con 23 punti) ne metta 4 consecutivi per il +4 del riposo lungo (29-33).

Nella terza frazione le piemontesi si riportano sotto (33-35) ma poi non vedranno più il canestro per 5 minuti e mezzo: la difesa biancoblù sale in cattedra e il risultato è un parziale di 0-11 chiuso dal canestro di capitan Vespignani che sigla il massimo vantaggio veronese della gara (33-46). Le “Giraffe”, anziché abbattersi, rispondono con un 8-0 che tiene apertissimo il match, tanto che all’ultima pausa ci arrivano sul -5 (41-46). La frazione conclusiva è vibrante, appassionante e intensissima: Colli in sospensione firma il -3 (43-46), Vespignani e Madonna dànno spettacolo con 5 punti consecutivi per “Sossy” e 6 in fila per “Tay” (due triple) con il tabellone che segna (49-51). Poi è il turno di Mancinelli che sigla la tripla del 51-56 e il canestro in sospensione del 51-58; il +7 esterno viene ribadito dai liberi di Conte (53-60) ma anche stavolta Castelnuovo non è morta e si riporta sotto con Bonvecchio e Podrug (57-60). L’azione da tre punti di Conte (57-63) viene vanificata dalla solita Podrug che, a 2′:20″ dal gong, mette il canestro del 59-63. Sarà però l’ultimo punto dell’Autosped che deve così arrendersi ancora una volta a Drain by Ecodem che vola in semifinale nella quale affronterà da sabato prossimo la vincente di Moncalieri-Sarcedo.