La Tezenis Verona vince ancora. Dodicesima vittoria consecutiva al termine di un match, in trasferta contro Ferrara, terminato con il punteggio di 81-85.

Una gara emozionante che Verona recupera dal -15 fino al successo finale che vale il primo posto nel girone giallo.

E’ Ferrara a scappare in avvio di match. La tripla di Panni vale il 7 a 0 per i padroni di casa, break che viene interrotto dal canestro di Tomassini. E’ la Top Secret, però, che continua a dominare. Ferma l’attacco gialloblù e trova canestri ancora con Panni e Fantoni per l’11-2.

Coach Ramagli chiama i suoi in panchina e al rientro in campo arriva la reazione dei gialloblù sull’asse Greene – Jones (11-6).

Verona rimane in scia con i canestri di Candussi e Janelidze (18-12) ma l’ultimo strappo è ancora di Ferrara che, con la tripla di Pacher, fissa il punteggio della prima frazione sul 22-14.

La Top Secret trova il +10 sul 26-16 dopo due minuti e mezzo del secondo quarto. E’ il canestro di Baldassarre a segnare il massimo vantaggio per la formazione di casa.

Dopo il canestro di Candussi, arriva un nuovo break della top Secret, con Zampini e Fantoni, e allunga sul 31-18. Il momento positivo dei padroni di casa è fermato dai due liberi di Jones, ma ha breve durata perché Ferrara tocca il +15 con il canestro di Fantoni (35-20).

Dopo il time out di Ramagli la Tezenis cambia passo aumentando l’intensità difensiva e aumentando le percentuali in attacco. Caroti si infila due volte nella difesa avversaria, Candussi si fa spazio in area e Severini colpisce dalla distanza: la Tezenis si riporta sul 35-31 con un break di 0-11. Questa volta è il time out di Leka a cambiare gli equilibri (40-31), così si chiude la prima parte della gara.

Gli otto punti consecutivi di Jones rimettono in corsa la Tezenis. Verona si riavvicina fino al 42-39 con un ottimo inizio di secondo tempo. La gara si accende, Tomassini mette la tripla del 44-42 mentre Pacher risponde colpo su colpo (47-42).

Ferrara ha il possesso per allungare ancora ma Verona rimane agganciata con la tripla di Tomassini e il libero di Jones che a metà parziale vale il 47-46. La Top  Secret tenta ancora la fuga, torna sul +6 con la tripla di Hasbrouck che mette i suoi primi punti del match; è con questo vantaggio che Ferrara va all’ultimo riposo dopo la tripla di tabella di Zampini sulla sirena.

Con la tripla di Severini la Tezenis riapre nuovamente il match (61-59). Pacher da una parte e Greene dall’altra mantengono inalterato l’equilibrio (63-61); la parità la trova Greene che dalla media buca la retina (63-63). La difesa di Janelidze su Baldassarre vale oro ed è proprio il lungo gialloblù a firmare il vantaggio (66-68); Greene mette il +4 con Leka che chiama suoi in panchina sul (66-70).

Si torna in campo, l’attacco di Ferrara si ferma sul ferro mentre Caroti piazza la bomba del 66-73. A 4 minuti dalla fine la gara si riaccende; Ferrara prova a tornare sotto, Verona mantiene il vantaggio. Greene mette punti a ripetizione (73-79) mentre la Top Secret si affida a Panni (75-79). Ultimi secondi al cardiopalma. Il libero di Greene è oro (79-83), quelli a 4 secondi dalla fine ancora di Greene valgono la vittoria. Finisce 81-85.