Prima giornata del girone di ritorno della 2^ fase. Per la Tezenis Verona l’appuntamento è a Ferrara, domenica, contro la Top Secret (palla a due alle ore 18.00).

Nella gara di andata il match si concluse con la vittoria dei gialloblù per 91-68 al termine di una gara più equilibrata nella prima parte e tutta in favore della Tezenis nella seconda.

Coach Ramagli, in avvicinamento al match, ha commentato: “Ferrara potrà contare sia su Vencato che su Pacher, quindi il loro quintetto si ricomporrà secondo i canoni tradizionali. E’ una squadra con una forte impronta casalinga che ha sempre avuto, anche negli anni passati, il controllo del fattore campo. Nel nostro campionato, su 27 squadre, solamente Forlì è riuscita ad avere un rendimento casalingo superiore. Da inizio anno hanno perso solamente due gare: una contro Forlì e l’altra nella seconda fase con una condizione molto particolare di assenze. Questo si traduce in un paio di statistiche chiave: la capacità di controllare il proprio tabellone molto diversa rispetto a quanto non gli accade in trasferta e nella capacità di procurarsi falli e andare in lunetta, attaccando l’area degli avversari. E’ una squadra che conosciamo bene ma sarà una partita diversa rispetto a 15 giorni fa”.

Sulla settimana di allenamento di Giovanni Pini, ha aggiunto: “E’ stato fuori dal 15 di aprile al 5 di maggio. Ha sostenuto tre spezzoni di allenamento, ovvero parte degli allenamenti e poi gli abbiamo dato dei tempi di recupero diversi proprio perché la condizione è lontana da quella normale. Non ci sono state delle ricadute da un punto di vista medico e questa è la cosa più importante. Vediamo negli ultimi giorni in avvicinamento alla partita che risposte avremo e da lì cerchiamo di capire se riusciremo a dare qualche minuto nella partita di Ferrara”.