Continua l’avventura per Erik Czumbel in quel di San Antonio con l’Università di Utsa. Anche quest’anno infatti il playmaker cresciuto nel vivaio XXL Pescantina ha partecipato al campionato universitario statunitense con i Roadrunners di S.A. grazie alla borsa di studio ottenuta dopo che gli scout avevano visto Erik durante i campionati europei con la maglia della Nazionale Italiana under 18. Il percorso di Erik in questi 2 anni è stato encomiabile non solo dal punto di vista sportivo ma anche scolastico: è stato infatti inserito quest’anno nel miglior quintetto accademico di conference che tiene conto delle prestazioni sportive e dell’andamento scolastico.

Utsa si è classificata al 4° posto di conference e quindi non ha acquisito il diritto a partecipare al March Madness: di conseguenza, molto probabilmente Erik troverà il tempo nel mese di maggio di venire in “vacanza” qualche settimana in Italia. Da valutare se il prossimo anno deciderà di accettare una delle numerose offerte italiane o se concluderà il ciclo di studi triennale a San Antonio.

Ottima seconda parte di stagione per il gemello Mark, pure lui cresciuto da Marco Lunardi nell’XXL: in questa stagione si è trasferito da Salerno a Piacenza, sempre in B Nazionale, nelle file della Bakery agli ordini di coach Campanella. Dopo un inizio di campionato timoroso ed altalenante, Mark con la solita umiltà e massimo impegno si è infatti guadagnato un minutaggio di tutto rispetto, 20/25 minuti a gara in una squadra con pari ruolo tra i migliori della categoria. La Bakery Piacenza ha concluso la prima fase del campionato al primo posto qualificandosi per la finale eight di Coppa Italia e si appresta a giocarsi da protagonista il proseguo della stagione.

Un’altra giovane promessa del vivaio biancorosso ha iniziato una nuova avventura in C Gold con WithU Cestistica Verona. Si tratta di Luigi Ferrazza, classe 2002, guardia di cm 195 che da qualche settimana si allena agli ordini di coach Dacio Bianchi. Un’ottima occasione per confrontarsi con compagni ed avversari di caratura superiore, un’esperienza per  crescere e maturare per un altro ragazzo cresciuto in riva all’Adige.