Nonostante l’innegabile periodo di crisi che ha portato anche lo sport automobilistico scaligero a spegnere i motori, gli sportivi veronesi sono in fermento e molto si sta facendo perchè questa disciplina tanto amata su tutto il territorio possa tornare presto ai fasti del passato, risollevandosi velocemente da questo momento di impasse.
Tra le più importanti iniziative che portano a guardare con ottimismo al futuro c’è la notizia arrivata dopo la chiusura della scuderia CAR Racing, pietra miliare dell’automobilismo scaligero: i nove soci fondatori che oltre trent’anni fa diedero vita a questa storica squadra (e che nel frattempo nel corso del tempo l’avevano lasciata per vari motivi) hanno deciso di ritrovarsi nuovamente per cercare di colmare questo vuoto, fondando la Benacus A.S.D. con alla presidenza Maurizio Rigo.

Tra i primi obiettivi che si sono posti è riportare in calendario già dal prossimo anno il Benacvs Rally da loro fondato e portato al successo, e con l’occasione fin d’ora intendono ringraziare il Rally Club Bardolino per l’ottimo lavoro fatto mantenendolo in vita in questi ultimi anni con alti standard di qualità.
Tra le altre iniziative in programma della neonata Benacus A.S.D. è l’organizzazione di eventi, fiere, raduni e naturalmente valutare la possibilità di organizzare altre gare oltre al Benacvs Rally.

Ancora più rilevante per il futuro dell’automobilismo scaligero è la notizia della volontà di creare una coalizione nata con lo scopo di unire le forze per dare un nuovo rilancio a tutto il settore del motorsport.
Primi fautori di questa importante iniziativa sono la già citata Benacus A.S.D., il Valpolicella Rally Club ed ACI Verona Sport.

Questo accordo è stato fortemente voluto per unire le forze nell’intento di dare un futuro ancora più forte allo sport motoristico veronese.
La volontà è quella di coinvolgere team, scuderie, sponsor, piloti e preparatori, ma anche enti pubblici ed associazioni in modo da creare un gruppo importante che abbia come fine lo sviluppo del motorsport scaligero.

E’ molto importante sottolineare che questo sarà un gruppo aperto, non chiuso al solo mondo dei rally, e fin d’ora si invitano piloti, preparatori ed organizzatori che seguono la pista, le salite il karting ma anche quelli che seguono il settore motociclistico, come pure i semplici appassionati che vogliano essere parte attiva in questa iniziativa, di mettersi in contatto le scuderie e le associazioni già coinvolte, per far si che si crei un gruppo veramente coeso per il bene e soprattutto per il futuro del motorsport veronese.

Restando nel panorama rallystico scaligero, tra le iniziative certe c’è la riconferma per il 2021 degli oramai tradizionali tre rally moderni: il Valpolicella, Benacus e Due Valli, con la volontà di riportare però anche in calendario una vecchia gara veronese sparita dai radar da un po di tempo, ma mai dimenticata dagli appassionati.

Nonostante il periodo molto critico, come si può vedere lo sport motoristico a Verona è più vivo che mai, e questo fa ben sperare in una veloce rinascita per una disciplina che raccoglie migliaia di appassionati e che tanto ha dato e che continua a dare a questa città.

Contatti: [email protected]aciveronasport.it
[email protected]
[email protected]