Nessuna area di Dolomiti Superski rientra nella classificazione di “alto rischio” del ministero della salute. Nel Dolomiti Superski tutti gli impianti sono perfettamente funzionanti. Tutti gli esercizi pubblici sono aperti (ristoranti, baite, negozi, supermercati, alberghi, scuole di sci, noleggi, ecc.).

Fino all’8 di Marzo nelle funivie e cabinovie delle aree sciistiche del Veneto e dell’Alto Adige (Cortina d’Ampezzo, Plan de Corones, Alta Badia, Val Gardena/Alpe di Siusi, Carezza, Arabba/Marmolada, 3 Cime Dolomiti, Obereggen, Rio Pusteria – Bressanone, Civetta) l’accesso sarà consentito fino ad un terzo della capienza massima, per garantire la sicurezza delle persone.

Le frontiere dell’Italia sono aperte senza restrizioni, sono pochissimi gli stati che hanno previsto eventuali limitazioni al rientro. Qui trovate maggiori informazioni: https://www.dolomitisuperski.com/documents/Covid-19/Informazione%20stati_ita.pdf