Il 7 marzo 2020, dalle piste da sci della Val di Fiemme decolla il festival più appetitoso dell’arco alpino, fra le performance di grandi jazzisti e squisiti menù musicali.

 

Le percezioni si dilatano in Trentino sulle piste innevate della Val di Fiemme, dove lo sguardo incontra le cime delle Dolomiti UNESCO. Qui, dal 7 al 15 marzo 2020, entra in scena il re di tutti i festival nella neve, il Dolomiti Ski Jazz, con la sua rassegna enogastronomica Dolomiti Food Jazz.

Per nove giorni la musica nera nata a New Orleans va a sposarsi con i panorami “ultra white” della Val di Fiemme. Fra i più attesi i jazzisti di fama mondiale i sassofonisti afroamericani Vincent Herring e Jesse Davis. Nel programma del Dolomiti Ski Jazz spicca anche il nonetto di Michele Francesconi e Francesca Bertazzo pronto a evocare le melodie indimenticabili di Hollywood e Broadway composte da Jimmy Van Heusen.

I concerti prendono vita ogni giorno sulle piste da sci all’ora di pranzo, con ingresso gratuito. Mentre alla sera approdano nei teatri e nei pub della Val di Fiemme.

Dal 7 al 15 marzo il Dolomiti Ski Jazz si assapora anche a tavola, grazie alla terza edizione della rassegna Dolomiti Food Jazz, fra melodie di formaggi, vini trentini e birra km zero. Ispirandosi al grande jazz, gli chef di ristoranti e rifugi della Val di Fiemme scatenano performance saporite. Si va dal piatto Billie Holiday, al piatto Louis Armstrong, passando per effervescenti jam session di Trentodoc e fantasiosi ensemble di formaggi di malga.

L’accordo multisensoriale fra Dolomiti Ski Jazz e Dolomiti Food Jazz crea una nuova alchimia di musica, neve e sapore.

Quando sfuma il jazz, sulle piste da sci della Val di Fiemme prendono quota i concerti delle band europee ospiti del Fiemme Ski Festival che regalano un nuovo ritmo allo sci dal 14 al 21 marzo 2020.