Marte Olsbu Røiseland e Dorothea Wierer hanno chiuso i Mondiali di Anterselva così come li avevano cominciati, ossia la norvegese con una medaglia d´oro e l´azzurra con una d´argento.

Nessuna altra atleta ha dominato i Mondiali come lei, che torna a casa con l´incredibile bottino di cinque ori e due bronzi. Anche Dorothea Wierer può però dirsi soddisfatta, con ben quattro medaglie vinte in questa rassegna iridata, due d’oro e due d’argento.

Oggi, le due regine di Anterselva, hanno ancora una volta dato spettacolo nella masst start, seguita da oltre 25.000 tifosi. La gara della Wierer era iniziata con un errore al poligono nella prima serie di tiri. L´azzurra è però ritornata subito con le migliori, riuscendo addirittura ad uscire per prima dopo l’ultimo poligono. Li commette un errore, ma la svedese Oeberg e la francese Simon fanno peggio e cosi l’ennesima impresa sembra a portata di mano, ma ecco scorgersi Roeiseland. La norvegese, attardata di quasi 15 secondi, è formidabile sugli sci e con grande forza si prende la vetta. Un risultato giusto giunto dopo una grande rimonta. La Wierer nel finale sente la stanchezza e deve arrendersi. È seconda, ma pubblico la accogliere al traguardo con un´ovazione meritatissima.

La medaglia di bronzo va alla svedese Hanna Öberg, che riesce a sfruttare la sua ultima chance per salire sul podio. La Öberg precede al traguardo la sorprendente polacca Monika Hojnisz-Starega e la francese Simon, entrambe con due errori al tiro.
Lisa Vittozzi incappa invece in una giornata nerissima, sbagliando ben 9 dei 20 tiri effettuati. Alla fine è ultima con quasi cinque minuti di ritardo.