L’italiano Giandomenico Salvadori e la polacca Justyna Kowalczyk conquistano la vittoria nella gara più suggestiva del panorama fondistico italiano: la Südtirol Moonlight Classic. I due hanno scritto il proprio nome nell’albo d’oro della quattordicesima edizione sulla distanza dei 30 chilometri. Nel circuito di 15 chilometri, sono l’italiano Matteo Tanel e l’italiana Patscheider Michaela a salire il gradino più alto del podio.

Unica nel suo genere la Moonlight Classic attira sull’Alpe di Siusi non solo alcune centinaia di appassionati fondisti, affascinati dall’idea di sciare al chiarore della luna, ma per il prestigio che si è conquistata in questi anni, anche un discreto plotone di atleti élite sceglie di schierarsi al via della competizione altoatesina.
Quella andata in scena il 7 febbraio è stata la 14esima edizione, e ha visto al via oltre 400 fondisti provenienti da 20 nazioni: per loro il consueto format di due tracciati di 30 e 15 chilometri, entrambi illuminati, oltre che dalla luna piena, anche da decine e decine di fiaccole accese.

La prova di 30 chilometri su un anello con partenza e arrivo ai 1.843 metri di quota di Compaccio da fare rigorosamente in tecnica classica, ha visto il successo dell’italiano Giandomenico Salvadori con il tempo di 1:18.27,6, sui connazionali Lorenzo Busin distaccato di 0.31 secondi; terzo gradino del podio per Mauro Brigadoi.

«Era la prima volta che partecipavo alla Südtirol Moonlight Classic – ha commentato Giandomenico Salvadori – l’atmosfera è stata incredibile e mi complimento con tutto il comitato organizzatore per la splendida manifestazione».

Nella medesima distanza ma al femminile, vittoria della polacca Justyna Kowalczyk che, dopo due anni di assenza dalle competizioni, trionfa con il tempo di 1:31.09,2. Il podio femminile si completa con la piazza d’onore per la tedesca Monique Siegel e con il terzo posto per l’italiana Antonella Confortola.
«Dopo la mia lunga carriera sono felice di sciare e vivere queste emozioni – ha osservato la vincitrice dopo aver tagliato il traguardo – il tracciato era veloce e la luce della luna ha reso la gara ancora più entusiasmante».

Nella prova corta di 15 chilometri, ma non per questo meno affascinante, il primato è andato al bolzanino Matteo Tanel che ha chiuso con il tempo finale di 37.50,6 la concorrenza dei connazionali Riccardo Mich e Florian Cappello.
Sul gradino più alto del podio femminile è salita Michaela Patscheider con il tempo finale di 45.41,1 seguita da Agata Marchi e, a completare il podio tutto italiano, Caterina Piller.

«Siamo estremamente soddisfatti di questa edizione della gara, perché ha confermato di essere entrata nel cuore dei fondisti – ha commentato Martina Rier dell’organizzazione Südtirol Moonlight Classic – una formula originale che diverte gli appassionati che possono scegliere il percorso breve e che consente anche agli agonisti di misurarsi sul tracciato lungo di 30 chilometri con un livello tecnico impegnativo».

Cala dunque il sipario sulla edizione 14 della Südtirol Moonlight Classic e gli organizzatori dell’Alpe di Siusi danno appuntamento agli appassionati a domenica 5 luglio per la Mezza Maratona sull’alpeggio più grande d’Europa: per i fondisti che concluderanno anche la competizione di running una classifica combinata tra le due prove.