Winterbowl! Winterbowl! Alzano la coppa in cielo i ragazzi della Agsm Mastini Academy. Un bis dopo la vittoria del 2018 nel torneo entry level organizzato da NFL Italy in collaborazione con AICS.
A Bologna, sul terreno del Lunetta Gamberini che ha visto nascere il football americano in Italia, i giovani gialloblu capitanati dai coach Diego Gennaro e Simone Venturi hanno ribaltato ogni pronostico superando per 13 a 0 i malcapitati Unicorns Apuania.

I toscani, in regular season, avevano sconfitto 12 a 6 i gialloblu, dimostrando una maggiore esperienza e fisicità.  Non è stato però così nella finale (giocata lo scorso sabato), dove Verona ha saputo scendere in campo da squadra e colpire con due segnature aeree la difesa degli Unicorns nel finale di secondo quarto, controllando poi con una difesa sempre attenta il tentativo di rimonta dei grigio azzurri.
Una squadra giovanissima quella veronese, formata da molti rookies alla loro prima esperienza nel mondo del football e qualche campione in carica della scorsa Winter League, che ha ben figurato in prima squadra nel campionato di serie A2 della scorsa primavera. Una squadra a tutto tondo, in campo e in spogliatoio, ben affiatata e pronta a stringere i denti anche quando tra gli assenti per la finale figurano giocatori importanti come il quarterback Pier Ragazzini.

E la bella sorpresa di un grigio sabato pomeriggio arriva infatti dal giovanissimo Nicola Soave che lo sostituisce egregiamente confezionando ben due touchdown pass per le mani di un Leonardo Agostinis, vero mattatore della gara, votato poi come miglior giocatore della partita. Importanti poi le ricezioni di Bruno Escobar nei momenti chiave del match e l’aiuto difensivo di un Andrea Spadoni che va incredibilmente ad intercettare un lancio del regista toscano.

Determinante per il successo sicuramente anche la difesa gialloblu. Le incursioni del rookie Richard Mensah, il controllo della linea di scrimmage di Jack Vitari ed Albert Bottey hanno bloccato, nonostante la fisicità degli avversari, ogni loro tentativo di rimettersi in gara, lasciando a zero il loro punteggio. Nel secondario difensivo importanti poi gli interventi del veterano Jacopo Cagol e dei giovanissimi fratelli Bassi, bravi a neutralizzare gran parte dei tentativi aerei in profondità di un quarterback esperto come quello messo in capo dai toscani.

A fine gara è proprio il giovane Nicola Soave ad alzare la coppa tra la gioia di compagni, dirigenti e allenatori. È una bella soddisfazione vedere i nostri ragazzi costruire un gruppo così importante – ci dice a fine gara il Presidente Simone De Martin. Un gruppo di ragazzi che potrà ora crescere ancora di più, lavorando insieme alla squadra senior, ad un gruppo di allenatori preparati e di grande esperienza. Questo torneo organizzato da NFLI in collaborazione con AICS è una splendida idea. Speriamo – conclude De Martin – possa prendere sempre più piede, perchè può permettere a ragazzi di qualsiasi età di avvicinarsi al nostro sport nel modo più semplice possibile, senza alcuna pressione.