L’Assigeco Piacenza per il secondo anno consecutivo espugna l’AGSM Forum: 65-70 il punteggio finale di una gara condotta per 40 minuti dagli emiliani. E’ la prima sconfitta casalinga stagionale per Poletti e compagni che si sono fatti raggiungere in testa alla classifica del girone est da Ferrara e Ravenna.

La Tezenis, priva di Kenny Hasbrouck, è sempre stata sotto nel punteggio, come detto, ed è riuscita al massimo a pareggiare sul 43-43 a metà del terzo quarto per poi subire un break di 1-12 che in pratica ha deciso il match. Mentre in difesa i gialloblù si sono fatti valere, a preoccupare è la fase offensiva, come ha sottolineato coach Dalmonte in sala stampa: 65 punti segnati in casa sono davvero pochi per una compagine che punta a vincere il campionato.

A ciò aggiungiamoci un incommentabile 50% ai tiri liberi (9/18) che testimonia il nervosismo degli scaligeri che sono scesi in campo tesi e contratti: «Questa sera eravamo contratti e tesi, al limite del nervosismo – ha ammesso il coach gialloblù – La fluidità assente e mancante per la durata del 40 minuti, è necessario che noi ritroviamo in allenamento questo aspetto. Oggi, nel quotidiano, non riusciamo a replicare perché abbiamo troppe situazioni borderline che ci impongono di tenere una quantità di allenamento ristretta e concentrata su pochi minuti rispetto alla regolarità. Questa è un’analisi, non vuole essere una giustificazione».