L’allenatore gialloblù Ivan Juric, alla vigilia di Inter-Hellas Verona che si giocherà domani sabato 9 novembre, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:
Come stanno gli infortunati? Non sappiamo ancora, sono infortuni muscolari. Miguel ha una lesione al soleo del polpaccio, che è un muscolo strano. L’infortunio di Kumbulla invece è poca cosa, ma non dobbiamo rischiare. Gunter, invece, sta bene. Quanto è stato importante il gol di Salcedo? Diciamo che quando vinci l’ambiente è sempre positivo. C’è più allegria e ci si allena meglio. Di Carmine? Non ci sarà nemmeno a Milano, ma non ha fatto nulla di particolarmente grave. Il peso delle assenze? Quando mancano due titolari devi cercare alternative, senza creare allarmismi, abbiamo le soluzioni. Pessina giocherà al posto di Veloso perché sta facendo bene in quel ruolo, mentre in difesa devo valutare. I precedenti non favorevoli a San Siro? Noi andiamo a Milano per cercare di giocare, come sempre, a viso aperto, dando tutto, sperando di fare una grande partita e magari di avere qualche episodio a favore. Giochiamo contro una grande squadra”.

Juric ha poi inquadrato la sfida contro l’Inter: “Conte è un vincente. Mi aveva aperto le porte del Chelsea per seguire i suoi allenamenti: con me è stato fantastico, devo ringraziarlo. Prepara le partite con molta cura, è umile e ha le idee chiare. Ha una voglia di vincere incredibile. Credo troveremo un’Inter arrabbiata, vorranno fare il massimo. Verre in crescita? Con il Brescia è stato il migliore e si è creato tante ripartenze. In più sta lavorando davvero bene. Zaccagni? Ha qualità, sono contento di lui. Credo che giocando più vicino agli attaccanti e alla porta riesca a conservare meglio le energie per il suo spunto. Salcedo? Può fare tutti i ruoli lì davanti, ma devo ancora decidere chi giocherà. Il mercato dell’Inter messo a confronto col nostro? Non mi lamento. Al Verona sono stati molto chiari, che è quello che voglio. Il Club ha fatto il massimo. Classifica positiva? Ogni partita è un’opportunità di fare punti. Sono sicuramente soddisfatto del rendimento. Se sono una persona pericolosa? Abbiamo parlato anche troppo di questo episodio. Confermo che il sottoscritto e tutti quelli a cui ho chiesto non hanno sentito nulla. Poi in un video effettivamente qualcosa si sente e questo non va bene, anche se erano in pochi. Queste poche persone hanno fatto un danno enorme, a noi e alla città. Ho parlato anche con Mario, era tranquillo e anche lui ha ammesso che erano molto pochi».

Mister Juric ha parlato anche dell’ottimo momento della Primavera: “E’ il serbatoio naturale per la prima squadra. Seguo tanto i ragazzi di Corrent. Cerco di portare sempre quelli che possono avere una possibilità di giocare. Ci sono tanti ragazzi che possono fare bene.