“Chi lo prova non smette più!”. Ne è sicuro Diego Milani Presidente dell’ASD Orient-Express Verona, promotore dell’evento orientistico più importante dell’autunno che si svolgerà il 26 e 27 ottobre sulle sponde del Lago di Garda, rispettivamente a Peschiera del Garda e Bardolino.
L’orienteering ha origini lontane, sia nel tempo che nello spazio. Nato nei paesi scandinavi all’inizio del 1900 fa il suo esordio in Italia negli Anni Cinquanta e Sessanta le prime competizioni.
Ma, nel dettaglio, di cosa si tratta? È una cosa a cronometro individuale in cui il concorrente, utilizzando una mappa molto dettagliata, deve raggiungere nell’ordine stabilito dei punti di controllo indicati su di essa e arrivare a traguardo. Nei luoghi indicati sulla mappa c’è un segnale bianco/arancione, che viene chiamato lanterna, per registrare il passaggio su un microchip che il concorrente porta con se.
Ognuno può scegliere la strada che vuole per raggiungere i punti di controllo; chi impegna meno tempo vince.
La differenza, ad esempio, con una normale gara di atletica è che oltre alla resistenza fisica bisogna saper abbinare la lettura delle mappe e saper scegliere la strada più veloce, che non sempre è la più breve.
Le gare non si svolgono in pista; l’ambiente di gara è preferibilmente il bosco e il terreno sterrato, sassoso o fangoso, con continui saliscendi spesso ostacolato dal sottobosco.
Questa disciplina sportiva si può però svolgere anche nei centri urbani: famosi il Meeting di Venezia o quello di Roma.
Gli appuntamenti che si volgeranno a fine ottobre sul Lago di Garda chiudono il circuito di gare nazionali nel 2019: la gara di Peschiera del 26 ottobre, infatti, è valida come Finale della Coppa Italia e assegnerà il titolo del Campionato Italiano Sprint, competizione inserita del WRE (World Ranking Event).
Domenica 27 ottobre a Bardolino si disputerà invece il Campionato Italiani Sprint Relay (staffetta a 3 atleti mista).
Saranno predisposti percorsi anche per chi vuole provare questa disciplina per la prima volta.

Per info: www.garda2019.it