Dopo la convincente vittoria contro i Mastiffs Canavese nel turno di wildcard è tempo per gli Agsm Mastini Verona di rituffarsi nei playoff. Sullo splendido manto erboso dello stadio Torelli di Scandiano, i cagnacci gialloblu del presidente Simone De Martin affronteranno sabato sera (kick off previsto per le 20,30) i temibili Hogs Reggio Emilia.

Gli emiliani, testa di serie numero quattro del ranking di seconda divisione, si presentano a questi quarti di finale ben riposati, dopo l’ultima sfida di regular season giocata il 26 maggio scorso.

Un fattore importante per recuperare energie, ma allo stesso tempo pericoloso. I gialloblu arrivano infatti a questo match carichi e motivati dopo la convincente prova di sabato scorso, ma potrebbero pagare una certa stanchezza fisica e qualche acciacco.

Mastini e Hogs si assomigliano molto per il cammino fatto in regular season dalle due squadre. Sette vittorie ed una sconfitta, con un solo scivolone lontano da casa nella penultima giornata di regular season, rispettivamente contro Saints Padova e Pretoriani Roma. Due squadre che si assomigliano anche nel gioco, preferendo il gioco di corsa al gioco aereo. Le statistiche vedono gli Hogs come il miglior attacco sulle corse di tutto il campionato. Un reparto offensivo che metterà in mostra la formazione “Wing T”, da sempre marchio di fabbrica della squadra emiliana. In difesa gli Hogs schierano gioventù ed esperienza in un mix ben congeniato da un vero e proprio guru difensivo quale coach Daniele Rossi.

Gli Hogs dalla loro dovranno trovare il modo per fermare il gioco offensivo dei gialloblu che vede in Savoia e Marinelli due runningbacks di grande valore, pronti ad incunearsi negli spazi aperti dalla linea offensiva capitanata da Mattia Baldo. In difesa Diego Gennaro e Filippo Mutascio suoneranno la carica per i gialloblu, pronti a sfidare uno degli attacchi più efficienti di tutto il campionato.

Per i Mastini è arrivato il momento clou della stagione. L’ennesima partita da dentro o fuori. Una partita difficile come ogni partita di playoff. Una partita da giocare con grande intensità e massima concentrazione. La fisicità dei Mastini messa in mostra contro i Mastiffs, ha sicuramente impressionato gli addetti ai lavori. Un gioco fisico e veloce, sicuramente l’arma principale dei cagnacci scaligeri. L’arma con cui giocarsi tutte le chance per arrivare in fondo a questi playoff.

Mastini e Hogs si sono incontrati tre volte prima di questa importante sfida di sabato e Verona non è mai riuscita a portare a casa l’intera posta in palio. Un tabu da sfatare per i ragazzi dell’head coach scaligero Michele De Martin. Abbiamo lavorato per tanti mesi per arrivare a questo appuntamento. I playoff – dice coach De Martin – sono questi. Concentrazione, opportunismo, ovvero la capacità di sfruttare le nostre potenzialità sui punti deboli degli avversari. I meccanismi sono ben oliati. Gli Hogs ci aspettano. Noi siamo pronti.

Foto: Nicola Vivian