Non è bastato il gol di Modolo durante i tempi regolamentari nella gara di ritorno dei Playout di Serie B. Il Venezia non riesce a salvarsi nonostante una buonissima prestazione al ‘Penzo’ conclusasi ai calci di rigore.

Inizia bene il Venezia, che al 6′ si rende pericoloso con Bocalon che sfrutta un pallone di Lombardi. Il portiere della Salernitana Micai, però, respinge la conclusione.
Le due squadre si studiano e gestiscono con attenzione per quasi tutto il primo tempo, quando al 41′ è Modolo che sblocca il risultato con un gol fantastico: punizione di Bentivoglio sulla trequarti per il Venezia, la difesa ospite respinge di testa un pallone pericoloso che viene agganciato al limite dell’area da Marco Modolo di sinistro, sterzata sul destro che mette a sedere Lopez e tiro di destro sotto l’incrocio. In questo momento il Venezia pareggia la sconfitta di misura subita all’andata.
Al 45′ follia di Minala nell’area del Venezia: durante un’azione di gioco il camerunense colpisce con una gomitata sulla bocca dello stomaco Modolo a palla lontana. Interviene il VAR che fa espellere il giocatore granata.
Finisce qui il primo tempo. Venezia in vantaggio sulla Salernitana per 1-0. Ospiti in svantaggio numerico dopo l’espulsione di Minala.

Nei primi 20 minuti del secondo tempo la Salernitana prova a costruire qualche azione per recuperare il vantaggio del Venezia, che però ferma ogni tentativo avversario.
E’ al 70′ che gli ospiti hanno l’occasione più grande: su invito di Djuric, Di Tacchio sfiora la traversa con un buon tiro di mancino.
Al 74′ ci prova il Venezia con un tiro di Lombardi che viene deviato in angolo da Micai.
Al 75′ ancora i padroni di casa con un colpo di testa di Domizzi sullo sviluppo del calcio d’angolo. Di nuovo decisivo l’intervento del portiere granata.
Al 80′ il Venezia va vicinissimo al raddoppio. Pinato spreca clamorosamente un bellissimo cross sul secondo palo sparando sopra la traversa.
Al 83′ Odjer tenta un tiro dalla distanza guadagnando un angolo.
Finisce il secondo tempo dopo 5 minuti di recupero. Con il Venezia avanti per solo un gol, la partita va ai supplementari.

Tempi supplementari che vedono dominare la squadra di casa: al 93′ tentativo di Bruscagin che tira a colpo sicuro da dentro l’area di rigore. Il tentativo è vanificato da Casasola che si getta a peso morto contro la palla.
Al 98′, dopo un errore difensivo della Salernitana, Zigoni tenta il pallonetto dalla distanza. La sfera però esce alta sopra la traversa davvero di pochissimo.
Anche i tempi supplementari non decretano un vincitore. Squadre ai rigori, che verranno battuti poco dopo sotto la curva che ospitava i tifosi granata.

Inizia la serie il Venezia.
Domizzi (V) – Gol
Casasola (S) – Gol
Suciu (V) – Gol
Calaiò (S) – Gol
Bentivoglio (V) – Parato
Pucino (S) – Gol
Coppolaro (V) – Fuori
Di Tacchio (S) – Gol

Dopo 8 rigori si conclude quindi la partita di ritorno dei Playout che vede il Venezia sconfitto 2-4 (d.c.r).

TABELLINO:
Venezia 1 – 0 Salernitana (2 – 4 dopo calci di rigore).
41′ Modolo (V).

VENEZIA (4-4-2): Vicario; Zampano, Modolo (68′ Coppolaro), Domizzi, Bruscagin; Lombardi, Schiavone (112′ Suciu), Bentivoglio, Pinato; Bocalon (67′ st Zigoni), Rossi (96′ Pimenta).

SALERNITANA (4-1-4-1): Micai; Pucino, Mantovani, Migliorini, Lopez (85′ Memolla); Di Tacchio; Casasola, Minala, Odjer (119′ Mazzarani), A. Anderson (56′ Orlando); Djuric (117′ Calaiò).

Ammoniti: Bocalon (V), Schiavone (V), Pimenta (V).
Espulsi: Minala (S).

Jacopo Pellegrini