Verona! Verona! Verona! Questo il grido sugli spalti e in campo tra abbracci, sorrisi e lacrime di gioia, uniti allo sventolio della bandiera degli scaligeri agitata con grande emozione dal presidente onorario Roberto De Martin. Una prestazione strepitosa quella degli Agsm Mastini Verona contro i Mastiffs Canavese. Un 35 a 0 che non lascia scampo alla squadra ospite, fisica e determinata sino all’ultimo, ma lontana dall’impensierire quella che sembra essere di partita in partita una corazzata gialloblu. Una gara di grande concentrazione per Verona in questo primo match di playoff, con la prova magistrale di una difesa che non ha concesso davvero niente ai piemontesi e con un attacco che ha saputo mostrare nuovamente un gioco di corsa spettacolare ed efficace unito a qualche importante novità tattica. Un segno di maturità importante quello lanciato dai ragazzi del presidente Simone De Martin. Un segnale che galvanizza il popolo gialloblu in vista della prossima sfida lontano dalle mura amiche del Velodromo San Lorenzo, vero e proprio fortino impenetrabile per tutta questa stagione. Impressionanti le statistiche dei gialloblu a fine gara con 346 yards guadagnate per l’attacco scaligero e solo 33 yards concesse in totale agli avversari da una difesa in versione ”monster”.

Una grande vittoria che ha messo in mostra la maturità di una squadra che non ha mai smesso di giocare indipendentemente dal risultato. Un segnale importante che traccia la strada verso quello che dovrà essere l’atteggiamento per la prossima sfida di sabato 15 giugno a Reggio Emilia. Godiamoci questa bella vittoria – dice l’head coach scaligero Michele De Martin nel fine gara – ma da domani tutte le attenzioni dovranno essere dedicate ai quarti di finale contro gli Hogs. C’è qualcosa di speciale in quello che stiamo facendo insieme in questa stagione – conclude De Martin. Continuiamo a crederci. Continuiamo su questa strada, perchè sento che ci può portare davvero in alto.

Foto: Nicola Vivian