Dopo il grande successo nello scorso mese di marzo dell’Olimpiade della Danza per la scuola – Città di Verona riservata alle scuole medie, domenica scorsa 7 aprile è stata la volta delle scuole elementari e delle scuole superiori di Verona e provincia. Organizzata dall’Associazione Faredanza ASD di Rovereto e sotto la direzione artistica di Enkel Zhuti, la manifestazione si è svolta al Palazzetto dello Sport di Villafranca ed è stata presentata da Nando De Bortoli.

Per le scuole primarie, queste le vincitrici: per la città al primo posto la scuola “Segala”, al secondo la scuola “Rodari” e al terzo la scuola “Uberti”; per la provincia, prima “Trecca-Ungaretti” di Terranegra e San Pietro di Legnago, seconda “Alighieri-Collodi-Salgari di Castel d’Azzano e terza “Francesco Dal Cer” di Angiari.

E veniamo alle superiori: per la città ha vinto l’Istituto “Sammicheli” davanti al “Montanari” e alle “Einaudi”, per la provincia ha trionfato il “Marie Curie” di Bussolengo che ha preceduto l’Istituto “Stefani-Bentegodi” di Buttapietra e l’Istituto “Silva-Ricci” di Legnago.

Da sottolineare che il successo del “Marie Curie” di Bussolengo è arrivato non grazie all’opera di un coreografo, ma di un alunno della scuola, frequentante la quinta superiore: Francesco Marconi, che si è esibito nella doppia veste di ballerino-coreografo, dando valore a tutto il gruppo e senza l’esibizione di individualisti. Il gruppo, formato da 39 studenti del Marie Curie, è stato seguito e diretto dall’insegnante Angela Ferrari: in soli tre mesi è arrivato ad essere un vero e proprio corpo di ballo e rappresenterà Verona alle finali nazionali nazionali dell’Olimpiade della Danza.

Andrea Etrari