La Tezenis Verona trova il suo quarto successo consecutivo. A Ferrara corre, lotta, scappa e nel rush finale piazza l’allungo decisivo che vale la vittoria; 76-82 il risultato finale al termine di una gara durante la quale Verona ha avuto la capacità di arrivare sul +14, a pochi secondi dalla sirena dell’intervallo lungo.
Un vantaggio poi recuperato da Ferrara già nel terzo quarto, prima di un finale giocato punto a punto. La zampata vincente la piazza la squadra di coach Dalmonte, con Vujacic e Ferguson cecchini dalla lunga distanza nell’ultimo giro di lancette.
16 punti per l’esordio stagionale di Sasha Vujacic ma sono 5, in totale, i gialloblù in doppia cifra: Poletti (17), Ferguson (17), Amato (12) e Candussi (10).
Coach Dalmonte lancia subito in quintetto Vujacic, assieme ad Amato, Severini, Poletti e Candussi.
E’ Panni a sbloccare la gara, colpendo dalla lunga distanza. Il botta e risposta tra Poletti e Molinaro, porta il punteggio sul 5-2, che Verona riesce a pareggiare con la tripla di Amato, abile a concretizzare il possesso dopo il fallo in attacco di Calò (3 falli in 3 minuti).
Ferrara inserisce Ganeto e Campbell, arrivano i primi punti in gialloblù per Vujacic e la Tezenis mette avanti la testa con Amato ancora da 3 (8-11).
Campbell accende la Bondi gonfiando la retina nei due possessi consecutivi. A 60’’ dalla chiusura del primo quarto la Tezenis torna sotto, recuperando possessi e sfruttando ogni occasione offensiva. Il 21-23 porta la firma di Candussi, smarcato dall’apertura di Ferguson sulla sirena.

La Tezenis alza il ritmo in apertura di secondo quarto. I primi tre minuti sono un concentrato gialloblù. Candussi e Panni portano il punteggio sul 23-26, e proprio in questo momento Verona mette la quinta. Ferguson colpisce dalla lunga distanza in due occasioni consecutive, la difesa stringe le proprie maglie e Vujacic va a segno con un arresto e tiro poco dopo la linea da tre: 23-33.
La Tezenis arriva ad un vantaggio di 14 punti, 31-45, che negli ultimi minuti Ferrara prova a recuperare. I ragazzi di Leka, tornano a -10 e al riposo lungo si va sul punteggio di 37-49.

I primi minuti del secondo tempo sono avari di punti. Il primo, per Verona, li firma Quarisa dalla lunetta (39-50). Campbell rimette in scia Ferrara con una tripla e un 1/2 ai liberi (43-50) e la partita si accende. Il tecnico alla panchina gialloblù (43-53) porta in lunetta Campbell (45-53) e al primo possesso della Tezenis arriva il 5° fallo di Calò e poco dopo anche quello di Quarisa. Ferrara si avvicina pericolosamente, sul 50-57 prima Amato e poi Ferguson sprecano il possesso lasciando via libera al contropiede di Campbell che va a depositare il 52-57.
Candussi, con un gioco da tre punti, dà nuovo ossigeno alla Tezenis (52-60); è un finale di quarto in volata, a Candussi viene fischiato il 4° fallo e Buffo trova la tripla del 60-64.

Buffo apre anche l’ultimo periodo (63-64) e Dalmonte è costretto al time out. Il nuovo possesso di Ferrara regala il vantaggio ai padroni di casa, firmato Molinaro (65-64), che dopo gli errori di Vujacic e Ferguson replica per il +3 (67-64). Verona reagisce prontamente: Dieng e Poletti trovano punti pesanti (67-68). La terna arbitrale fischia, in attacco, il quinto fallo anche per Candussi, al suo posto Dieng come “4” e il finale è al cardiopalma. L’antisportivo a Vujacic, a 2:57 dal termine, consente a Ferrara di portarsi sul 73-70 ma dopo l’errore di Panni, la Tezenis non concretizza il possesso.
Poletti fa 1/2 dalla lunetta ma sul rimbalzo c’è Ikangi che scarica fuori per Vujacic che pareggia sul 75 a 70 secondi dalla fine.
Campbell 1/2, Ikangi 2/2. Verona avanti di 1 (76-77) a 50 secondi dal termine. Vujacic da tre, Ferguson ancora dalla lunga distanza. Verona prende il largo, la Tezenis vince. Finisce 76-82.

Bondi Ferrara – Tezenis Verona 76-82 (21-23, 16-26, 23-15, 16-18)
Bondi Ferrara: Folarin Campbell 25 (5/6, 3/4), Tommaso Fantoni 17 (5/11, 0/0), Lorenzo Molinaro 13 (4/4, 1/4), Alessandro Buffo 9 (1/2, 2/2), Gabriele Ganeto 7 (1/3, 1/6), Alessandro Panni 5 (0/2, 1/9), Isaiah Swann 0 (0/3, 0/0), Ruben Calò 0 (0/0, 0/0), Davide Liberati 0 (0/2, 0/1), Andrea Mazzoleni 0 (0/0, 0/1), Alessandro Mazzotti 0 (0/0, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 26 – Rimbalzi: 33 10 + 23 (Gabriele Ganeto 9) – Assist: 12 (Folarin Campbell, Davide Liberati 3)
Tezenis Verona: Mitchell Poletti 17 (7/10, 0/0), Jazzmarr Ferguson 17 (3/5, 2/5), Aleksander Vujacic 16 (3/5, 2/7), Andrea Amato 12 (0/5, 3/5), Francesco Candussi 10 (3/5, 1/1), Iris Ikangi 5 (0/0, 1/3), Omar Dieng 2 (1/2, 0/1), Andrea Quarisa 2 (0/0, 0/0), Giovanni Severini 1 (0/1, 0/3), Francesco Oboe 0 (0/0, 0/0), Mattia Udom 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 27 – Rimbalzi: 37 12 + 25 (Mitchell Poletti 10) – Assist: 15 (Jazzmarr Ferguson 7)