E’ arrivata la prima sconfitta per l’Ecodent Point Alpo che sinora non aveva conosciuto battute d’arresto in questa stagione, precampionato compreso: le biancoblù non sono riuscite ad espugnare il parquet di Moncalieri, al termine di un match combattuto e fisico (60-55). L’Alpo Basket ha pagato il cattivo inizio e soprattutto ha concesso troppi rimbalzi offensivi alle piemontesi nei primi due quarti, subendo in particolare il duo Katshitshi-Grigoleit (29 punti e 20 rimbalzi in combinata, alla fine). Per le veronesi da sottolineare la prova di Sofia Vespignani che ha chiuso con 20 di valutazione (8 falli subiti, 7 palle recuperate e 6 rimbalzi).
Primo quarto a basso punteggio e all’insegna della difesa: a metà tempo il tabellone segna 6-4 con le sole Grigoleit e Pertile a referto. Negli ultimi due minuti della frazione iniziale, le triple di Conte e Hernandez permettono una mini fuga a Moncalieri che arriva al primo intervallo avanti 16-8. Nel secondo quarto ecco la doppia cifra di vantaggio per l’Akronos (21-10) grazie alla solita Grigoleit; Ramò con 5 punti riduce il ritardo sino al -7, ma Cordola sulla sirena mette il cesto del 32-23 con cui si va all’intervallo lungo.
Nel terzo quarto è Moncalieri che fatica a segnare (11 punti nell’intero periodo) grazie anche all’ottima difesa proposta da coach Soave: le conclusioni pesanti di Zampieri, Dell’Olio e Ramò sortiscono la rimonta dell’Ecodent Point che riesce ad impattare sul 39-39. Il break ospite si allunga sino al 39-43 con due panieri di Dell’Olio, ma arriva la risposta di Conte per il 43-43 a fine tempo.
Massimo vantaggio veronese ad inizio quarto periodo: Zampieri mette due liberi e realizza da sotto il +5 (46-51), Moncalieri reagisce con un 7-0 firmato da Gricoleit e Katshitshi che riportano avanti le padrone di casa (53-51). Poi non si vedono più canestri per tre minuti e a 1′:57″ dalla sirena il punteggio è di 56-53. Zampieri dalla lunetta riporta sotto le biancoblù (57-55), ma saranno gli ultimi punti veronesi, con Landi che chiude il discorso, sempre dalla linea del tiro libero, con un 3/4 che fa esultare i tifosi di casa.
«Peccato, ce la siamo giocata sino alla fine – dichiara coach Soave nel dopo partita – Moncalieri è stata brava a mettere più energia di noi: dispiace per quegli 11 rimbalzi offensivi che abbiamo lasciato a loro all’intervallo, quando poi hanno chiuso con 15. E’ stato grazie ai secondi e terzi tiri che le piemontesi hanno costruito il +9 di metà gara. Ora siamo già proiettati a mercoledì quando andremo a Crema per il recupero dell’ottava giornata».