Terza sconfitta casalinga per la Europe Energy Cestistica che sul proprio campo ha vinto soltanto alla prima giornata contro Caorle. La squadra di coach Dacio Bianchi paga nuovamente le pesanti assenze di Damiani e Pacione (quest’ultimo in campo per meno di due minuti) e l’esperienza e la fisicità di Riese che vince senza problemi sul terreno veronese. Per i biancorossi non basta il solito Boscagin che anche stasera ha sfiorato la doppia doppia (12+9), mentre dall’altra parte Bevilacqua ha dettato legge con 19 punti e 29 di valutazione. A proposito di valutazione, imbarazzante il divario tra le due contendenti: 35-89 (!).

Riese raggiunge presto la doppia cifra di vantaggio, dopo aver chiuso il primo quarto sul +9 (12-21): gli ospiti volano sul +15 a tre minuti dall’intervallo lungo (20-35) e sul +16 a metà gara (25-41). Nel terzo quarto la Europe Energy si rianima e, trascinata dai veterani Boscagin e Crestani, arriva sino al -9 (41-50 all’ultima pausa) e persino al -5. I trevigiani mettono a segno soltanto 9 punti in questa frazione, ma nell’ultima riprendono il filo del discorso e ne realizzano 21 (contro i 14 dei veronesi).

La “Cesta” esce comunque dal campo tra gli applausi del proprio pubblico, gremito del vivaio biancorosso, ed è attesa domenica prossima dalla difficile trasferta di Conegliano.