Grande prova della Css Verona, che alla Piscina comunale di Anzio supera la F&D H2O uscendo di forza nell’ultima frazione di gioco. La Css si trova adesso incredibilmente terza in classifica, ma è chiaro che ad importare siano i pesantissimi tre punti in chiave-salvezza. Il risultato finale contro Velletri è di 11-7 (parziali 3-3, 3-1, 1-3, 4-0).
Grande mattatrice del tabellino Maria Verzini, che ha insaccato quattro palloni, di cui due negli ultimi otto minuti. Tra le altre marcature, terza doppietta consecutiva per Krystina Alogbo.
Che fosse una partita destinata all’equilibrio lo raccontava lo scorso mese di giugno: sia F&D H2O che Css sono salite in A1 da seconde nel proprio girone, facendo lo scalpo alla capolista dell’altro raggruppamento.
Contro Velletri la partenza di Prandini e compagne è buonissima. Tuttavia l’uno-due firmato Verzini e Bartolini ed un rigore fallito da Braga non intimoriscono le padrone di casa, capaci di capovolgere il punteggio con tre reti in pochi minuti. Perna permette a Verona di giungere alla prima pausa in parità e, al primo vantaggio della F&D H2O, le ospiti rispondono con un rigore trasformato da Verzini, con Elena Borg e con la prima rete stagionale di Silvia Mattioni. Lo scarto arride alla Css, ampliato da Ines Braga, però Velletri reagisce e marca nuovamente tre tacche di fila, riportando in parità lo score. Si prevede un quarto tempo da punto a punto. Invece nei la doppietta di Verzini e la rete di Alogbo scavano immediatamente il divario, suggellato poi dalla canadese a 3′ dalla sirena.
Il tecnico Giovanni Zaccaria analizza così la vittoria di Anzio: «Siamo partite bene, ma abbiamo fallito le occasioni per prendere subito il largo. Buona la nostra reazione ai loro tre gol, ma i falli ci hanno costretto a ruotare le ragazze e, unito a qualche errore, questo ha permesso loro di rientrare. Nel quarto tempo però abbiamo ritrovato lucidità e determinazione, facendo cose importanti».
Uno sguardo è lanciato alle prossime giornate: «Per ora abbiamo fatto quello che dovevamo fare e anche di più. Non era scontato. Possiamo guardare con un po’ di spensieratezza alle partite da qui a Natale. Cercheremo punti senza timori reverenziali e speriamo di racimolarne qualcuno, magari contro squadre che sono sulla carta un passetto davanti a noi».
Assieme ad Alogbo e Bartolini è l’unica giocatrice Css andata in rete in tutti e tre i match di campionato. La lusitana Ines Braga è soddisfatta per quanto fatto dalla squadra: «Vittoria importantissima, sono tre punti che dovevamo prendere per forza. Faceva parte del nostro obbiettivo e ce l’abbiamo fatta, quindi non possiamo che essere contente. Credo che nessuna squadra sia da sottovalutare e noi non facciamo eccezione».
Adesso per la compagine delle Piscine Monte Bianco ci sarà una settimana di lavoro per preparare una partita dal pronostico svantaggioso, quella contro il Milano, che potrebbe però delineare le prospettive delle scaligere in questo campionato.

F&D H2O VELLETRI – CSS VERONA 7-11
parziali: 3-3. 1-3, 3-1, 0-4
F&D H2O Velletri: Minopoli, Meccariello; De Cuia 1, Pustynnikova, De Marchis, Zenobi, Passetta, Amedeo 1, De Vincentiis, Colletta 1, Clemente 1, Centanni 2, Bagaglini 1. All. Di Zazzo
Css Verona: Nigro, C. Mattioni; Bartolini 1, Peroni, Russo, Borg 1, Alogbo 2, Braga 1, Perna 2, Carotenuto, Prandini, Verzini 4, S. Mattioni. All. Zaccaria
Arbitri: Alfi di Napoli, Fusco di None
Superiorità numeriche: Velletri 3/7, Css Verona 3/14 + 1 rigore segnato e 1 rig parato
Note: nel primo tempo Minopoli para un rigore a Braga; uscite per limite di falli Peroni nel secondo tempo, Colletta e Perna nel quarto; spettatori 200 circa

I RISULTATI3^ GIORNATA
Milano – Torre del Grifo 18-10
Velletri – Css Verona 7-11
Padova – Rapallo 12-9
Roma – Catania 6-7
Bogliasco – Florentia 9-9
CLASSIFICA
Catania, Padova 9i
Css Verona 6
Rapallo, Roma, Florentia, Bogliasco 4
Milano 3
Velletri, Torre del Grifo 0

Foto New Art Photo