Si è tenuta stamattina presso la sala stampa del Comune di Verona la presentazione dell’associazione GenitorinRete, gruppo di genitori volontari che si sono messi in gioco, formandosi e ottenendo la prima e unica certificazione italiana come genitori digitali.
L’associazione GenitorinRete ha scelto di dedicarsi al proprio territorio occupandosi di educazione digitale per genitori, nonni, zii, insegnanti ed educatori.

MISSION
– Informare sui pericoli del web, per trasformare la rete in un veicolo di opportunità.
– Valorizzare e non demonizzare le tecnologie, per conoscerle e usarle in modo consapevole e responsabile.
– Sostenere le famiglie del territorio veronese, come scrigno dei valori umani e del diritto alla libertà di ogni singola persona.
– Prevenire, mediante la media education, fenomeni di pedofilia, adescamento online, cyberbullismo, sexting (cyberbullismo sessuale), crisi di sonno, dipendenze, suicidi di adolescenti, autolesionismo, sfide estreme, aggressività, depressione e molto altro.
L’associazione Genitorinrete vuole fornire strumenti e conoscenza a genitori ed educatori, perché siano guide e custodi che istruiscono bambini e ragazzi nell’uso consapevole di internet, app, social media e smartphone.
Sono strumenti meravigliosi, opportunità che vanno colte, ma che necessitano di essere comprese, per evitarne insidie e pericoli.  Educhiamo al digitale i genitori per aiutarli a comprendere le dinamiche dei new media, affinché possano educare efficacemente i loro figli anche in questo aspetto.
Genitorinrete organizza incontri gratuiti di circa 2 ore in scuole, comuni, oratori, circoli sportivi e associazioni. Proiettiamo delle slide pensate con un linguaggio chiaro e comprensibile. Non solo conferenze, ma serate aperte al dialogo e alle domande dei partecipanti. Istituito anche il Decalogo per i genitori in rete, un manifesto con 10 consigli per vivere solo il buono il web, evitando brutte esperienze.

FONDATORI di GenitorinRete
Paloma Donadi, esperta in comunicazione
Michele Dal Bo, psicologo scolastico e psicoterapeuta
Stefano Stoppani, avvocato
Sergio Albertini, blogger
Irene Zardini, docente

PARTNER
NADIA Onlus condivide lo stimolo ideale nonché i contenuti dell’iniziativa “GenitorinRete” e la promuove nell’ambito Progetti Italia integrando la campagna “Io non dipendo”, a contrasto delle dipendenze nuove e tradizionali e a sostegno delle famiglie.
I referenti del progetto per NADIA Onlus sono:
Luciano Vanti, presidente
Patrizia Zanetti, responsabile relazioni esterne
Loris Castagnini, collaboratore per progetti sul cyberbullismo

SportDi+ magazine sostiene il progetto “GenitorinRete” con una rubrica fissa a partire dal mese di aprile: conterrà articoli rivolti a giovani e famiglie su tematiche di prevenzione e informazione come l’identità digitale, il cyberbullismo in tutte le sue forme, il rispetto online, ecc.
SportDi+ magazine viene distribuito gratuitamente in esclusiva nelle scuole di Verona e provincia, in 40 comuni, presso il Coni Provinciale Verona (official house organ) e centri sportivi. Inoltre, da aprile 2016 la rivista viene venduta in 200 edicole di Verona e provincia.
Il referente per SportDI+ è Alberto Cristani, giornalista e direttore responsabile

APPUNTAMENTI
Il primo appuntamento aperto al pubblico sarà mercoledì 11 aprile alle ore 20,45 presso l’Aula Magna delle scuole elementari Rita Rosani in via Santini 74 Verona. L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.
L’incontro, in anteprima per Verona e provincia, è stato organizzato dal Comitato Genitori ICVr4.

CONTATTI
Sito internet:
www.genitorinrete.it
Email: [email protected]
Referente: Paloma Donadi, esperta in comunicazione e fondatrice di GenitorinRete