La Tezenis ci prova ma gara 1 è della Fortitudo Bologna

Consultinvest Bologna – Tezenis Verona 78-68 (28-23, 22-12, 14-19, 14-14)
Consultinvest Bologna : Daniele Cinciarini 24 (6/14, 2/3), Stefano Mancinelli 20 (6/9, 1/3), Giovanni Pini 8 (4/4, 0/0), Luca Gandini 6 (2/4, 0/0), Guido Rosselli 5 (2/5, 0/0), Alessandro Amici 5 (1/3, 1/3), Robert Fultz5 (1/1, 1/4), Matteo Chillo 3 (1/1, 0/0), Teddy Okereafor 2 (1/6, 0/2), Nazzareno Italiano 0 (0/0, 0/0), Marco Murabito 0 (0/0, 0/0), Marco Montanari 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 22 – Rimbalzi: 41 15 + 26 (Stefano Mancinelli 9) – Assist: 16 (Guido Rosselli 6)
Tezenis Verona: Mattia Udom 16 (2/6, 2/2), Phillip edward Greene iv 13 (1/4, 3/6), Jamal Jones 11 (3/7, 1/3), Andrea Amato 11 (3/5, 1/6), Matteo Palermo 7 (1/1, 1/2), Leonardo Tote 6 (3/4, 0/0), Mitchell Poletti 3 (1/2, 0/2), Iris Ikangi 1 (0/1, 0/2), Curtis Nwohuocha 0 (0/0, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 26 – Rimbalzi: 28 7 + 21 (Mattia Udom 8) – Assist: 11 (Phillip edward Greene iv, Jamal Jones, Andrea Amato 3)
La Tezenis esce sconfitta dal Paladozza in gara 1 dei quarti di finale playoff al termine di una partita che l’ha vista rincorrere dall’inizio alla fine la Fortitudo Bologna, guidata da Cinciarini e Mancinelli autori rispettivamente di 24 e 20 punti. La squadra gialloblù ha il merito di non mollare fino alla fine tenendo il punteggio in bilico fino a pochi minuti dalla fine. I gialloblù ci riproveranno mercoledì sempre sullo stesso parquet bolognese alle 20.45.

Dalmonte sceglie Amato, Greene IV, Jones, Udom e Poletti per iniziare la gara mentre Pozzecco risponde con Okereafor, Cinciarini, Rosselli, Mancinelli e Gandini.

Gandini sblocca la partita con una schiacciata a cui risponde subito Udom in penetrazione. Grande equilibrio in avvio con le squadre che trovano canestri da vicino fino alla prima tripla della gara di Jones a 6’30” dalla fine primo quarto (8-9). Le squadre tengono ritmi alti, correndo appena possibile e con 2 triple in transizione di Amato e Greene IV la Tezenis prova il primo allungo sul 12-17, ma prima Cinciarini poi Mancinelli ricuciono lo strappo quando si entra nella fase finale del quarto. Tre triple consecutive della Fortitudo inframezzate da quella di Udom donano il sorpasso ai bolognesi che chiudono il primo quarto avanti 28-23.
Sono ancora Cinciarini e Mancinelli a guidare la Fortitudo ad inizio secondo quarto raggiungendo il +9 (34-25). Una tripla di Palermo riavvicina la Tezenis ma dopo un canestro di Fultz coach Dalmonte è costretto a chiamare timeout a 6 minuti dalla fine del quarto. La Fortitudo però è in ritmo e continua il parziale positivo fino a toccare il +14 (46-32). I ragazzi gialloblù faticano a trovare la via del canestro e un canestro di Mancinelli manda le squadre negli spogliatoi sul 50-35.
La Tezenis per iniziare il terzo quarto propone una difesa a zona 2-3 ma la Fortitudo trascinata da Mancinelli continua ad incrementare il vantaggio fino ad arrivare al +20 (57-37) prima del timeout di Dalmonte con 6 minuti sul cronometro. Al ritorno sul parquet un libero di Udom ed una tripla di Greene IV ridanno ossigeno alla squadra scaligera che con un parziale di 6-0 prova a riportarsi in partita. Il trend positivo gialloblù continua e coach Pozzecco ferma la partita sul 61-49. Il finale di quarto è equilibrato e la Tezenis rimane in partita sul 64-54 con ancora 10 minuti da giocare.
Mancinelli e Cinciarini riportano la partita nelle mani della Fortitudo ad inizio terzo quarto (72-57) ma dopo il timeout di Dalmonte una tripla di Greene IV prova a mantenere la Tezenis in partita. La squadra emiliana con esperienza e fisicità riesce a tenere salde le redini della gara ma Jones e Amato continuano a tenere a galla la Scaligera che si riporta a -8 con 2’28” sul cronometro. Dopo il timeout di Pozzecco, Cinciarini riporta in doppia cifra il vantaggio della squadra emiliana con la Tezenis che non riesce più a trovare la via del canestro e la partita si chiude sul 78-68.