Fimauto Valpolicella ko contro l’Atalanta ma il 6° posto è salvo

L’ultima giornata del campionato vede il Fimauto affrontare l’Atalanta Mozzanica avanti di una posizione in classifica rispetto alle gialloblu, ma con un vantaggio di 13 punti.

Nei primi minuti tiene le briglie del gioco l’Atalanta con varie incursioni sulla fascia sinistra senza rendersi però particolarmente pericoloso.

E’ il 6’ quando Piacezzi sforbicia in area spedendo abbondantemente fuori.

All’ 8 si fa vedere il Valpo con lancio di Bissoli dalla difesa a cercare Fuselli che mette in mezzo il cross per Solow, schierata inusualmente come attaccante, ma Thalmann è pronta e anticipa. Sull’ immediato contropiede Mendes si fa clamorosamente recuperare da Salamon che fa ripartire la manovra delle veronesi.

Al10’ Pirone lanciata pericolosamente a rete viene anticipata da un’uscita tempestiva al limite di Gritti.

E’ il 23’ quando Mascanzoni dà un scossa alla partita e con un gran tiro da fuori porta in vantaggio il Fimauto piazzando la palla all’incrocio dove Thalmann non può arrivare.

Due minuti più tardi prova Pirone da fuori area, ma la palla si alza di poco sopra la traversa.

Al 28’ Mendes riceve un traversone e di prima intenzione batte a rete dove però Gritti è pronta a blocca a terra.

Al 32’ il Mozzanica pareggia i conti: cross in mezzo di Pirone, la difesa lascia incredibilmente libera Mendes che non deve fare altro che depositare la palla in rete da due passi.

Al 44’ Ledri serve Pirone sulla destra che di prima intenzione spara a rete, ma Gritti fa una grande parata salvando il provvisorio pareggio.

La ripresa si apre con il Mozzanica in avanti che prova con Alberghetti, ma la sua conclusione è alta.

Al 47’ l’arbitro vede un dubbio fallo di mano di Solow in area e decide di assegnare il calcio di rigore all’Atalanta. Sulla sfera Alborghetti, ma Gritti intuisce e la sfera viene respinta sul fondo.

Al 53’ punizione Mozzanica si incarica della battuta Stracchi, sulla seconda palla Motta fa partire un bolide da fuori deviato in angolo.

Incredibile serie di tiri in porta del Fimauto dagli sviluppi di un calcio d’angolo al 58’, l’ultimo tentativo è di Tombola che spara alto.

Al 66’ Fuselli viene fermata irregolarmente da Stracchi, punizione interessante dai 25 metri , ma Sardu spara a lato.

Al 69’ Atalanta in avanti con Monterubbiano sulla sinistra che mette un bel cross ben sfruttato da Pirone che spizza la palla da due passi beffando Gritti per il vantaggio bergamasco.

Non passa neanche un minuto che Pirone rende il favore, serve Monterubbiano che di destro batte Gritti per il 3 a 1.

79’ Il Valpo non riesce a rialzarsi, se non con una conclusione di Coppola da distanza che vede Thalmann leggermente fuori, ma il portiere svizzero ferma la palla addirittura di piede.

All’ 81’ Mozzanica ancora in avanti con Mendes che scarica una bomba a rete, ma il pallone sorvola la traversa.

All’ 84’ il Fimauto trova un angolo, dagli sviluppi Carradore mette un pallone a scavacare la difesa, Fuselli ci mette la zampata e accorcia le distanze.

Al 90’ Faccioli, complice anche un rimpallo si trova sui piedi un buon pallone, ma la sua conclusione viene controllata da Thalmann.

Nel recupero ancora una grande conclusione di Mascanzoni nell’angolino basso alla sinistra di Thalmann che riesce a deviare in angolo proprio sul triplice fischio finale dell’arbitro.

Si conclude quindi con un ottimo sesto posto la prima stagione in serie A del Fimauto Valpo!

Atalanta Mozzanica – Fimauto Valpolicella: 3-2
Reti: 23’ Mascanzoni (V), 32’ Mendes (A), 69’ Pirone(A), 70’ Monterubbiano(A), 84’ Fuselli (V)

Atalanta Mozzanica: 31 Thalmann, 21 Motta, 3 Ledri, 4 Stracchi, 5 Piacezzi, 16 Rizza, 15 Baldi (46’ Rizzon), 8 Alborghetti, 18 Mendes (58’ Monterubbiano), 10 Scarpellini (53’ Pellegrinelli), 11 Pirone
A disposizione: 95 Salvi, 19 Re, 14 Fusarpoli, 22 Monterubbiano, 7 Pellegrinelli, 24 Rizzon
Allenatore: Elio Garavaglia

Fimauto Valpolicella: 1 Gritti, 2 Riboldi, 23 Faccioli, 27 Bissoli, 5 Salamon (46’ Varriale), 4 Solow, 11 Tombola (69’ Carradore), 7 Mascanzoni De., 77 Sardu, 17 Benincaso (46’ Coppola), 9 Fuselli
A disposizione: 12 Meleddu, 8 Carradore, 6 Zamara, 32 Coppola, 18 Montecucco, 3 Varriale, 10 Boni
Allenatore: Diego Zuccher

Arbitro: Sig. Deborah Bianchi di Prato

Ammonizioni: 35’ Faccioli