AGSM Mastini Verona ‘esagerati’: sbranati i Crusaders Cagliari

Grande. Grandissima vittoria quella degli Agsm Mastini Verona contro i Crusaders Cagliari.
Sul manto erboso del Velodromo San Lorenzo di Pescantina, i gialloblù del presidente Simone De Martin combattono a denti stretti contro i malcapitati ragazzi di coach McGarrah. Determinazione. Concentrazione. Voglia di strappare un risultato importante a tutti i costi. Una prova altisonante per gli scaligeri, con una difesa abile a mettere pressione sul loro gioco aereo, ereggendo poi una vera e propria muraglia impenetrabile sulle azioni di corsa sarde. Un 42 a 0 che lascia poco alla squadra isolana, apparsa comunque tenace e determinata a resistere sino all’ultima azione.

Per la cronaca sono subito le difese a farla da padrone nel primo quarto di gioco, nonostante una buona ricezione a lunga gittata di Pisu che fa subito tremare i tifosi gialloblu. Nel secondo quarto Verona preme sull’acceleratore con il quarterback gialloblù Carminati abile a seguire i blocchi di Cristian Mattarei e compagni per il primo touchdown di giornata. Calcio addizionale di Viviani a segno e Mastini in vantaggio per 7 a 0.

La difesa scaligera spinge molto ed è Viviani a placcare con importante perdita di terreno il punter cagliaritano, regalando ai gialloblù una splendida posizione di campo. Alessandro Sebastiani riceve un buon lancio e successivamente si incarica personalmente di varcare la goal line su corsa per il 14 a 0. Cagliari insiste con il gioco aereo ma è magico l’intercetto di Enzo Mensah che alla sua prima partita da titolare, recupera così la palla e si invola per 10 yards sino al touchdown. È il 21 a 0 per Verona. Gioia sugli spalti e sulla panchina scaligera per un ragazzo di grande talento che in questo match merita davvero il premio di MVP. Fidatevi, ne sentiremo parlare ancora. Passano pochi minuti e i Mastini allungano ancora nel punteggio. Carminati trova libero in profondità Simone Venturi. Lancio perfetto e per Venturi è un gioco da ragazzi. (28 a 0).

Gli ultimi due quarti di gioco, dopo l’ennesima bella segnatura su azione personale del runningback gialloblù Federico Quarella, (35 – 0) scorrono veloci per la regola di “mercy rule” che prevede di non interrompere il cronometro. Savoia e Bozzini danno una mano nel gestire al meglio i drive offensivi scaligeri. Nel quarto quarto è il rientro in campo di Davide Fin nel ruolo di runningback. Il numero uno scaligero ha velocità da vendere. Con grande energia è alla sua seconda azione di giornata a varcare la goal line per il 42 a 0 finale. Degne di nota le ottime coperture della secondaria scaligera su Pisu e compagni con Giulio Marchi e Simone Brega sugli scudi. È comunque monumentale il lavoro di tutta la “defense” gialloblù che ha costretto i Crusaders a giocare esclusivamente con azioni aeree quasi sempre ben controllate.

Una vittoria quindi che da morale e fiducia in vista della difficilissima trasferta a Palermo contro gli Sharks tra sette giorni. Per i gialloblù sarà importante costruire una mentalità positiva sulla buona prova messa in campo contro Cagliari, per poter giocarsi al meglio le chance di una trasferta dalle grandi insidie.