SOFIA GHILARDI: “ARRIVATA A DOSSOBUONO CON GRANDI STIMOLI”

Tempo di presentazioni anche per il secondo acquisto in ordine cronologico della campagna di rafforzamento invernale della Venplast Dossobuono. Sofia Ghilardi, terzino classe 1999, già in orbita nazionale nonostante la giovane età, ha scelto di lasciare per la prima volta la propria città natale per trasferirsi a Dossobuono per una nuova avventura.

«Sono cresciuta nel Cologne fino alla categoria Under 12 – racconta Sofia Ghilardi – per poi passare nella Leonessa Brescia. I contatti con il Dossobuono c’erano già stati prima dello scorso campionato ma decisi di rimanere a Brescia. Circa quindici giorni fa c’è stato un altro incontro che ha dato esito positivo. Ora mi attende una nuova esperienza che mi responsabilizza maggiormente, perchè a Brescia tutti hanno imparato a conoscermi negli anni, mentre a Dossobuono ci sarà sicuramente un’attesa maggiore su di me. Un allenatore in panchina come Roberto Escanciano Sanchez è sicuramente un grandissimo stimolo, ma lo è anche un gruppo di ragazze che conosco già visti i rapporti di amicizia che mi legano con molte di loro».

Proprio la figura del tecnico spagnolo ha influito positivamente nella decisione di Sofia Ghilardi di accettare la proposta del presidente Marco Beghini: «Ho avuto modo di osservare più di una volta le partite del Dossobuono e da spettatrice ho sempre apprezzato il loro gioco, fatto di intensità e continui passaggi nel costruire la manovra, puntando molto sul gioco di squadra e sull’intesa tra le ragazze in campo. Avere ora la possibilità di poter far parte di tutto questo anche sul parquet è per me una grande motivazione. Ho già parlato molto con Roberto durante i primi allenamenti; mi auguro di poter migliorare grazie a lui, soprattutto sulla fase difensiva che attualmente penso sia l’aspetto dove intravedo i miei margini di miglioramento più elevati».

Saranno sei mesi molto impegnativi quelli che attenderanno Sofia Ghilardi, che guarda con fiducia verso il futuro: «Il primo impatto a Dossobuono è stato veramente positivo. Le ragazze mi hanno accolto benissimo durante le prime sedute di allenamento svolte assieme. La scorsa settimana i carichi di lavoro sono stati molto impegnativi, vista la lontananza dall’impegno di campionato di sabato 13 gennaio. In questi giorni invece la testa sarà tutta focalizzata sul Cassano Magnago nostro prossimo avversario. Non dimentichiamoci che fra circa un mese disputeremo la Coppa Italia ed il primo turno ci opporrà al Casalgrande Padana; possiamo puntare a passare il primo turno e dunque ai primi quattro posti. In campionato invece mi aspetto un girone di ritorno in cui regnerà l’equilibrio come nella prima metà di stagione e starà a noi cercare di spingerci il più in alto in classifica. Infine, oltre alla nuova esperienza sportiva, a giugno completerò le scuole superiori ed affronterò l’esame di maturità; sarà dunque una prima metà di 2018 molto intensa per me, ma sono motivatissima per immergermi in questa nuova esperienza».