Autozai Contri Omap: è Enrico Mantovanelli il nuovo presidente

Enrico Mantovanelli è il nuovo presidente Autozai Contri Omap. Questa la novità principale della riunione dirigenziale di fine 2017, che ha posto le basi anche per un florido 2018. La società ciclistica veronese simbolo della categoria juniores avvia così un nuovo ciclo. Enrico Mantovanelli, classe 1975, succede a Roberto Valalta, di cui il direttivo ha apprezzato il lavoro svolto e che rimarrà ovviamente in società nella veste di dirigente appassionato. Il neo massimo esponente Autozai Contri Omap invece è già al lavoro. Un legame con lo sport che Mantovanelli ha sempre nutrito nelle varie fasi della propria vita. Ciclista con la Contri ad inizio anni 90’, è stato anche assessore allo Sport del Comune di San Giovanni Lupatoto, per cui si è speso in prima persona per l’ottenimento del titolo di Città Europea dello Sport per l’anno 2016. Attualmente Enrico Mantovanelli è figura stimata del mondo Panathlon, dove ha ricoperto importanti incarichi legati anche al movimento paralimpico, che comunque non gli hanno impedito dall’inizio dello scorso anno di dedicarsi anche al primo amore sportivo della sua vita, le due ruote dell’Autozai Contri Omap.

Una stagione vissuta pure dietro le quinte nel ruolo di indispensabile consigliere e dirigente, prima della scelta del direttivo di affidargli le chiavi di un cambiamento per certi versi non più prorogabile. Una decisione unanime e su cui si baserà l’Autozai Contri del futuro in un progetto di durata almeno biennale, ma con possibilità anche di prolungamento. Una missione che Mantovanelli ha già preso sul serio e che il 4 gennaio idealmente inaugurerà con la prima riunione con genitori e atleti che comporranno il mondo Autozai Contri nel 2018.

Queste le prime dichiarazioni di Enrico Mantovanelli, pienamente coinvolto dal progetto di cui sta già pianificando le strategie future: “Un incarico che mi gratifica e che mi emoziona. Ringrazio davvero tutti: spero di poter essere all’altezza del compito. La storia del mondo Autozai Contri è il nostro standard di riferimento. Affettivamente è un’avventura che mi rende orgoglioso. Sono prontissimo a dare il mio contributo, nel pieno rispetto delle tante figure che hanno affollato il percorso di questa società così gloriosa”.