Kraljevo-Calzedonia, stasera in campo per la Cev Cup

In attesa della partita di Coppa Cev che si giocherà stasera alle ore 19, conosciamo il Kraljevo, avversario dei ragazzi della Calzedonia Verona, grazie all’analisi dello scoutman della Fabio Dalla Fina.

“Il Ribnica Kraljevo è una squadra composta da elementi molto giovani, che sta faticando in questo avvio di stagione, a causa delle cessioni di alcuni elementi importanti dopo le prime giornate e  la mancanza di esperienza da parte della maggioranza del team.
Dopo numerosi cambi e stravolgimenti di formazione, sembra che il coach Macuzic abbia  trovato proprio nell’ultimo mese il sestetto tipo, che ha portato alla prima vittoria stagionale contro il Nis per 3-2.

Trivunic è il palleggiatore che il più delle volte è partito nello starting six, classe ’95, viene preferito al più più esperto Markovic, cinque anni più vecchio di lui.

Paunovic, l’opposto, è uno degli elementi più giovani della squadra, classe ’99, è un attaccante di 205 cm, che raggiunge buone altezze, anche se necessita di una palla particolarmente morbida per poter attaccare al massimo delle sue potenzialità. Dopo 9 gare ufficiali è il giocatore più servito, sia su cambio palla che in contrattacco.

Skakic è l’S1, ovvero lo schiacciatore vicino al palleggiatore. E’ un giocatore tecnico che aiuta moltissimo in ricezione, con un efficienza piuttosto buona. Mancino, se messo nelle possibilità migliori gioca una palla molto veloce, che spesso mette in difficoltà il muro avversario.

Milovanovic è l’altro schiacciatore. Classe ’97, è un giocatore equilibrato, non spicca in un fondamentale in particolare, ma tende raramente a commettere errori. Viene alternato al giovanissiko Vukmirovic, diciassettenne mancino, che risulta il miglior battitore dei suoi con 7 aces.

Meduric è il centrale d’esperienza della squadra, classe ’85, con 25 muri è il top scorer in questo fondamentale nel suo team. E’ l’unico giocatore del Ribnica che dalla prima partita ufficiale non è mai stato tolto nè sostituito.

Stefanovic, classe ’98, segue Meduric nella classifica di muri di squadra con 23.Proprio per la sua grande capacità di toccare un grande quantitativo di palloni, infatti, risulta per il Ribnica un giocatore indispensabile, nonostante non venga servito moltissimo in attacco.

Il libero Savic ultimamente viene preferito all’altro esperto di seconda linea Mocic. Con il 38% di efficienza e il 47% di positività risulta il migliore dei suoi per quanto riguarda la gestione del servizio salto float”.