Riscatto Tezenis: all’AGSM Forum battuta Piacenza 82-67

Tezenis Verona – Assigeco Piacenza 82-67 (20-16, 20-12, 21-20, 21-19)
Tezenis Verona: Dieng ne, Greene IV 8, Visconti, Jones 21, Amato 16, Oboe ne, Maganza 9, Palermo 8, Nwohuocha 2, Udom 13, Ikangi, Pierich 5.
All. Dalmonte
Assigeco Piacenza: Guyton 15, Montanari ne, Costa, Sanguinetti 9, Diouf ne, Fontecchio 2, Formenti 9, Infante 2, Seye ne, Alredge 20, Oxilia 2, Reati 8.
All. Zanchi

Una concreta Tezenis ha la meglio sull’Assigeco Piacenza (82-67) nell’esordio in campionato all’AGSM Forum. Partita quasi mai in discussione, in una serata iniziata con il minuto di raccoglimento per ricordare Pericle Manarini, storico dirigente gialloblù addetto al tavolo per 609 partite, scomparso qualche mese fa. Per la Scaligera bene Jamal Jones (21 punti), coadiuvato da Amato (16) e Udom (13); Green IV, dopo i 30 punti messi a segno a Jesi, si è fermato a 8.

Coach Dalmonte nel dopo partita si è soffermato a parlare proprio di questo: “Green è stato sorvegliato a vista e non ha cercato forzature: con 6 assist ha aiutato la squadra ma il concetto è che noi non abbiamo un punto di riferimento o un terminale, ma abbiamo giocatori che possono a turno ergersi a protagonista a seconda delle caratteristiche dell’avversario”.
Commentando il match, il tecnico gialloblù ha affermato: “Una partita che abbiamo costruito e che abbiamo quasi distrutto nel secondo tempo quando offensivamente abbiamo smesso di eseguire i nostri giochi facendo più palleggi che passaggi e contestualmente abbiamo subìto 9 in un amen… Direi che si è trattato di una parentesi che ha contraddistinto questa partita e che dobbiamo migliorare, in una serata comunque dove abbiamo ottenuto la vittoria giocando una partita solida per buona parte. Difensivamente abbiamo fatto bene in alcuni momenti, discretamente in altri e comunque abbiamo concesso 67 punti ad una squadra che domenica scorsa ne aveva segnati 20 di più. E’ vero che stiamo parlando della seconda di campionato e che la fisionomia nostra e degli avversari è ancora in divenire, pertanto dovremo essere bravi ad entrare bene nella settimana da martedì dato che avremo un giorno in meno per preparare la partita di Bergamo che si gioca sabato sera”.

Andrea Etrari