AGSM Verona in rimonta: battuta Ravenna 3-2

Le gialloblù vincono in rimonta con le reti di Fishley, Nichele e Thorvaldsdottir.

Ravenna San Zaccaria-AGSM Verona: 2-3
Reti: Pt. 31′ Pugnali, st. 2′ Fishley, 7′ Nichele, 14′ Baldini, 39′ Thorvaldsdottir
Ravenna: Guidi, Alunno, Cucciniello (30′ st. Costantino), Manieri, Quadrelli, Carrozzi (20′ st. Campesi), Errico, Casadio, Baldini, Pugnali (35′ st. Cimatti), Pittaccio.
A disposizione: Tampieri, Muratori, Costantino, Cimatti, Campesi.
Allenatori: Mirco Balacich – Andrea Rizzo.
Agsm Verona: Lemey, Lipman, Soffia, Hill, Bardin, Thorvaldsdottir, Kongouli (43′ st. Zanoni), Pasini (15′ st. Giubilato), Fishley, Ambrosi (1′ st. Nichele), Peare.
A disposizione: Buhigas, Zanoni, Nichele, Giubilato, Poli.
Allenatore: Renato Longega.
Arbitro: Thomas Bonci di Pesaro.
Assistenti: Cantara e Capritta.
Note: Giornata soleggiata, terreno in buone condizioni. Ammonita Soffia. Recupero 1+3.

Ravenna.
Ravenna e Agsm Verona si affrontano in terra di Romagna per la seconda giornata del massimo campionato. Rispetto all’undici iniziale mandato in campo sette giorni prima contro la Fiorentina mister Longega preferisce l’inglese Fishley a Nichele.
Verona subito pericoloso: Kongouli va in pressione sul portiere, palla che perviene a Thorvaldsdottir, la conclusione a botta sicura della islandese viene deviata in angolo da un difensore. Sul conseguente calcio d’angolo Fishley incorna sfiorando il palo.
Il Ravenna ci prova al 7° con Baldini che chiama Lemey all’intervento.
Più impegnativa la deviazione in angolo di Lemey sulla conclusione di Pittaccio al 17°.
Rispondono le scaligere con Thorvaldsdottir che incorna a lato sul lungo lancio di Lipman.
Alla mezz’ora romagnole in vantaggio con Pugnsali che in velocità entra in area e trafigge Lemey sul palo lontano.
Al 37° Lemey è determinante anticipando Pittaccio in posizione favorevolissima.
Si va al riposo con il vantaggio delle romagnole. Nell’intervallo mister Longega manda in campo Nichele in sostituzione di Ambrosi.
Verona si porta subito in avanti e perviene al pareggio dopo appena due minuti: azione caparbia della greca Kongouli che entra in area, salta anche il portiere e porge la sfera in mezzo per il tap-in vincente di Fishley.
Ringalluzzito dal gol il Verona prende in mano la gara e perviene al vantaggio al 7°:Angelica Soffia serve in profondità la neo entrata Nichele che beffa la numero uno romagnola Guidi insaccando sul primo palo.
Al 12′ Soffia interviene in area su Pittaccio. Per il direttore di gara è calci odi rigore. Lemey respinge la trasformazione dagli undici metri di Pittaccio ma la prima a giungere sul pallone è Baldini che insacca il due a due.
L’Agsm Verona fallisce un paio di buone opportunità e al 38′ riesce a tornare in vantaggio: grande percussione centrale di Lipman, palla filtrante all’islandese Thorvaldsdottir che controlla davanti al portiere e insacca.
L’ultima opportunità per il Ravenna giunge in pieno recupero quando Casadio incorna alto.
Dopo tre minuti di recupero il fischio finale sancisce la vittoria delle scaligere per tre reti a due. Le gialloblù possono esultare per aver conquistato i tre punti su un campo difficile come quello romagnolo.
Ora la lunga sosta per gli impegni delle nazionali. Si tornerà in campo il 28 settembre con il derby veronese.

Ufficio Stampa Agsm Verona CF