AGSM Verona Primavera sfuma il sogno scudetto: in finale va l’Inter

VR-CALCIO-FEMMINILETutto in 90 minuti. Agsm Verona e Inter scendono in campo sul sintetico rovente di via Sogare per la gara di ritorno della semifinale-scudetto del Campionato Primavera.
L’uno a uno dell’andata concede un piccolo vantaggio alle gialloblù di Padovani, alle quali basterebbe anche un pareggio a reti inviolate, ma le due squadre non badano troppo ai calcoli e scendono in campo entrambe con l’obiettivo della vittoria.
L’Inter passa in vantaggio alla prima azione d’attacco: Bonfantini scambia con le compagne, penetra in area centralmente e batte l’incolpevole Forcinella per l’uno a zero nero-azzurro.
Il Verona, colpito a freddo, ci mette un po’ per metabolizzare la rete subita e quando inizia ad attaccare mette in apprensione la difesa interista con una serie di mischie conseguenti a battute dalla bandierina.
Le scaligere pervengono al pareggio al 27′: Boattin batte un calcio d’angolo pennellando la sfera nell’affollata area piccola dove Caterina Ambrosi incorna a rete il pallone che rimette la doppia sfida in perfetta parità.
Al 36′ su calcio di punizione da fuori area Manuela Giugliano coglie in pieno il palo a portiere battuto.
Verona ancora pericoloso sugli sviluppi di un calcio d’angolo con la conclusione di Giugliano deviata in mischia da Ambrosi ma Gramendola para.
Si va al riposo sull’uno a uno.
In apertura di ripresa l’Inter torna in vantaggio con Borges che riceve il passaggio in profondità di Bonfantini, brucia in velocità la difesa scaligera, e insacca il pallone dell’uno a due.
Il Verona ci prova su calcio piazzato dal vertice sinistro dell’area ma il siluro di Boattin sfiora solamente l’incrocio.
Mister Padovani tenta il tutto per tutto sostituendo Pavana con Pasini.
Proprio la neo-entrata riceve da Franco e da centro area batte a rete riportando in parità il match e riaprendo le speranze per le gialloblù che devono tuttavia segnare un’altra rete per qualificarsi.
Le veronesi rischiano qualcosa in difesa spingendosi in avanti con generosità ma con poca lucidità, complice il gran caldo.
A tempo scaduto la numero uno interista Gramendola salva il risultato intervenendo in due tempi sul pallone calciato da Boattin.
Scampato il pericolo, nei minuti di recupero l’Inter sigilla il passaggio in finale con la rete di Bonfantini che da posizione impossibile trova il pertugio per battere Forcinella e fissa il risultato finale sul 2 a 3.
Al triplice fischio finale esultano le ragazze interiste mentre ci sono solo lacrime per le giovani gialloblù che arrestano un cammino esaltante ad un passo dalla finale. Sabato prossimo a Firenze saranno le neroazzurre a contendere lo scudetto primavera alla Res Roma.

AGSM Verona-Inter: 2-3
Reti: pt. 1′ Bonfantini, 27′ Ambrosi, st. 2′ Borges, 41′ Pasini, 47′ Bonfantini

Agsm Verona: Forcinella, Soffia, Boattin, Zanoni, Pavana (20′ st. Pasini), Ambrosi, Osetta (25′ st. Franco), Nichele, Poli (35′ st. Prando), Giugliano, Esquilli (1′ st. Gobbi).
A disposizione: Fenzi, Franco, Gobbi, Prando, Pulliero, Viola, Pasini.
Allenatore: Valter Padovani.

Inter: Gramendola, Crespi, Merlo, Brustia, Capucci, Ripamonti, Borges, Regazzoli, Rognoni (35′ st. Campisi), Bonfantini, Pandini.
A disposizione: Vanin, Pinzin, Iannelli, Viganò, Lorusso, Dell’Acqua, Campisi.
Allenatore: Pierantonio Naplone.

Arbitro: Fabian Brognati di Ferrara.
Assistenti: Tosi e Marini.
Note: Terreno in erba artificiale, giornata soleggiata e molto calda. Spettatori 250. Ammonite Bonfantini, Ripamonti, Campisi. Espulso al 28′ pt. il vice-allenatore dell’Inter Moro. Recupero 2+4.

Ufficio Stampa