Al Comunale di Desio i Cagnacci gialloblù surclassano la squadra di casa con una prestazione maiuscola. L’attacco prende il largo con un Manuel Savoia in serata “monster” in grado di confezionare ben 5 touchdown personali. La difesa fa incetta di palle recuperate. Intercetti, fumble e pressione su un attacco, quello nero-verde, che ha pagato a caro prezzo la determinazione degli scaligeri. Hammers che faticano già dal primo drive. Mastini che non si fermano inanellando 45 punti che mandano un chiaro segnale ai Saints Padova, prossima avversaria dei gialloblù nei quarti di finale della prossima settimana.

Passando alla cronaca sono subito i Mastini ad approffittare di un paio di falli personali degli Hammers per avvicinarsi alla endzone. La difesa degli Hammers sembra tenere e i gialloblù si accontentano di un field goal. (0 – 3).

La difesa scaligera sale subito sugli scudi. È un bel placcaggio di gruppo a far perdere palla agli Hammers. “Ciba” Costanzo recupera la fumble e Verona è di nuovo in attacco. Carminati non si fa attendere ed imbecca con un lancio corto Manuel Savoia. Il numero 21 gialloblù si invola per 55 yards tra le maglie della difesa nero-verde ed è touchdown! Il calcio di Filippo Mutascio va a buon fine e il punteggio si fissa sul 0 a 10.

Gli Hammers tentano di reagire ma la guardia attenta di Argenta e compagni li costringe al punto. Carminati è un cecchino e le belle ricezioni di Bozzini e Federico Quarella portano i gialloblù in buona posizione di campo. Gli Hammers però sanno come mettere pressione ed il sack costringe Verona al punt. La difesa scaligera è di nuovo superlativa nel controllare il gioco offensivo dei padroni di casa.

Siamo nel secondo quarto di gioco e la pressione asfissiante sul regista nero-verde favorisce l’intercetto di Costanzo che si invola verso la endzone. Il placcaggio a dieci yards dal touchdown riconsegna palla ai Mastini ed è poco dopo Federico Quarella a varcare la goal line con Verona che prende il largo (0 – 17).

Gli Hammers sembrano muovere finalmente la palla con un paio di buone giocate ma è nuovamente “Ciba” Costanzo ad intercettare un lancio degli Hammers riconsegnando palla sulle dieci yards difensive. Coach Maggini mette in campo una formazione con tre runningback. Viviani e Gennaro bloccano per Manuel Savoia. Il numero 21 scaligero legge perfettamente i blocchi della linea offensiva e si invola per 95 yards per un touchdown da brividi (0 – 24).

Verona è in pieno controllo del match. Caglioni e Gennaro si inseriscono tra le maglie della linea offensiva di casa e il backfield dei “Martelli” perde palla. Ganlyen è lesto a recuperarla e i gialloblù tornano di nuovo in attacco. Nel finale di secondo quarto è Filippo Mutascio ad esaltare il pubblico scaligero sugli spalti con un punt return funambolico di grande spessore.

La linea di attacco scaligera si mette di nuovo in mostra quando apre una vera e propria autostrada per Manuel Savoia. Sono 65 le yards corse dal runner scaligero sino alla endzone per un punteggio che porta le due squadre all’intervallo sul 31 a 0 a favore degli scaligeri.

Il terzo quarto inizia con Verona in difesa ed è Mensah a bloccare il gioco di corsa dei nero-verdi. Il quarterback brianzolo tenta un lancio in profondità ma Filippo Mutascio non si fa sorprendere intercettando l’ennesimo lancio della serata. I Mastini ripartono con tutte le intenzioni di non fermare la loro corsa verso un risultato altisonante. Federico Quarella se ne va sulla sinistra e chiude il down. Bozzini e Venturi lo seguono a ruota con due belle ricezioni che portano i Mastini ad una sola yards dal touchdown. È Manuel Savoia a varcare subito dopo la goal line per il 38 a 0 parziale che fa entrare la partita in “mercy rule”. Il cronometro scorre senza interruzioni ma i Cagnacci restano concentrati sulla gara con gli interventi di Ventura e Caglioni.

Siamo nell’ultimo quarto di gioco e per gli scaligeri arriva in attacco il momento di Simone Brega in versione wide receiver. Il numero diciassette si mette in mostra con due belle ricezioni, seguito da Attila Bonacci che ritorna alle origini in posizione di runningback. Sono sue le yards che aprono la strada al quinto touchdown di serata per Manuel Savoia che fissa il punteggio sul 45 a 0 per Verona.

Nei minuti finali gli Hammers cercano almeno il touchdown della bandiera ma Roberto Antino è bravo ad intercettare nuovamente il lancio del quarterback brianzolo. C’è tempo per vedere la corsa di Elia Viviani prima che gli arbitri alzino al cielo la palla per decretare la convincente vittoria degli Agsm Mastini Verona.

Un 45 a 0 che premia i gialloblù apparsi più preparati e abituati a partite importanti come queste. Per Verona adesso il tempo per leccarsi le ferite e preparare in settimana la partita più importante dell’anno. A Padova nel prossimo weekend ci sarà in palio un posto in semifinale e i cagnacci gialloblù faranno di tutto per portarla proprio tra le mura amiche del Velodrono San Lorenzo.