Il 1° Rally della Valpolicella parte con il piede giusto, o meglio, con i piloti giusti per far si che questo diventi un appuntamento di quelli da segnare sul calendario.
Sono stati ben 67 gli equipaggi che hanno aderito alla chiamata del Valpolicella Rally Club, che non poteva festeggiare nel migliore dei modi il trentennale della sua attività costruita su una sconfinata passione per i rally.
Oltre ai numeri però, a scorrere l’elenco degli iscritti si nota subito anche la qualità dei partecipanti che non sono voluti mancare a questa “prima” rallystica.
Una qualità anche tecnica, dato che le prime nove vetture in elenco sono della Classe R5 (la massima ammessa a questo tipo di gare), con il numero uno che sarà affisso sulle portiere di Damiano De

Tommaso, giovane promessa del rallysmo italiano e pilota ufficiale del Peugeot Rally Junior Team il quale per l’occasione scenderà in gara con una 208 R5 affiancato da Giorgia Ascalone.
Il pilota di Varese dovrà però fare i conti un’agguerrita pattuglia di piloti di casa pronti a sfidarsi per essere i primi a scrivere il proprio nome sull’albo d’oro del Rally della Valpolicella.
Primo tra tutti il recente protagonista del Benacvs Rally Luca Hoelbling, che affiancato dall’esperto Mauro Grassi tenterà di migliorare il secondo posto conquistato a Bardolino con la sua Skoda Fabia R5,

un’auto che ha già regalato belle soddisfazioni al pilota scaligero.
Dietro di lui partirà con una Ford Fiesta R5 un equipaggio che per l’occasione e per la gioia degli appassionati si è riformato dopo molto tempo, ovvero quel Vanio Pasquali che con al fianco Andrea Tumaini

nei primi anni 2000 si è aggiudicato per due volte il Rally Due Valli (per Pasquali il totale è di tre edizioni vinte), dopo che il pilota scaligero negli anni ’90 aveva portato la Verona rallystica sugli altari non

solo nazionali ma anche internazionali.
Un altro gradito ritorno è quello di Riccardo Scandola, che navigato da Daniele Pasi una tantum lascia le vesti di team manager per rimettersi la tuta, portando in gara la Skoda Fabia R5 che solitamente

gestisce e fa correre nelle gare più importanti del calendario nazionale.
Se ad una prima occhiata è facile pensare di pescare il vincitore nel mazzo dei piloti appena citati, è anche facile cadere in errore perchè le sorprese posso arrivare anche da piloti che sulle strade di casa

danno il meglio di se, come Massimo Zaglia con Alberto Gaggioli e Mirko Tacchella con Giuseppe Ceschi, entrambi al via con delle Peugeot 208 R5.
Come da seguire è la Citroen DS3 R5 di Roberto Righetti con Martina Stizzoli o l’altra 208 di Nicola Patuzzo e Nicola Martini, a chiudere la pattuglia delle R5 sarà la Ford Fiesta del pilota locale Alessandro

Zanoni con alle note Sebastiano Merci.
Dietro di loro, le sempre competitive Skoda Fabia e Peugeot 207 della classe Super 2000 rispettivamente di Denis Franchini con Fabio Andrian e Tiziano Panato con Michele Zandonà.
Sicuramente però da non perdere saranno le battaglie all’ultimo secondo che avranno luogo anche nelle varie classi, sempre combattute e spettacolari, come e se non di più di quelle che avverranno sotto i

riflettori per la vittoria assoluta, per una due giorni di rally tutta da seguire.
Il 1° Rally della Valpolicella si articolerà su otto prove speciali in programma, quattro il sabato e quattro la domenica.
La partenza del 1° Rally della Valpolicella avrà luogo sabato 9 giugno dal centro di Negrar in Viale Giuseppe Mazzini alle ore 13,57, con l’arrivo della prima vettura sempre nello stesso luogo il giorno

successivo alle 15.15 con le premiazioni direttamente sul palco d’arrivo.
Le verifiche sportive e tecniche (regolamentate) ed il parco assistenza avranno luogo a San Pietro in Cariano presso la Calcestruzzi Valpolicella.
I riordini saranno a San Pietro in Cariano e Sant’Anna d’Alfaedo, mentre il riordino notturno del sabato avrà luogo nell’accogliente cornice della Cantina Valpolicella di Negrar.

Tutte le informazioni comprese le cartine, gli orari e la tabella tempi e distanze aggiornate si possono trovare all’indirizzo www.rallydellavalpolicella.com