Circondata dalle più belle cime delle Dolomiti, in uno scenario di rara bellezza, si estende, ai piedi dell’imponente massiccio del Sella, la valle di Fodom con il suo centro più importante Arabba. Cuore delle Dolomiti, a 1.602 m Arabba, in ladino Rèba, è uno dei paesi più caratteristici dell’arco alpino, ideale per indimenticabili vacanze sia d’estate che d’inverno.

Sci ad Arabba Marmolada
Lo sci è lo sport protagonista durante la stagione invernale: 62 km di piste e impianti di nuova generazione per un’esperienza unica sulla neve, che è garantita per tutta la stagione, data l’altitudine a cui si trova il paese.
Arabba è un punto nevralgico per lo sci: è infatti uno dei punti di partenza per il famoso giro Sellaronda, è un punto di partenza per il Giro della Grande Guerra, il collegamento diretto con il ghiacciaio della Marmolada offre un’esperienza di sci unica, a 3200 metri. Se non sei un amante dello sci, Arabba offre anche magnifiche escursioni con le ciaspole (racchette da neve), per vivere un’esperienza unica a contatto con la natura.

Arabba: Ski-in Ski-out
Arabba assieme alla Marmolada formano la ski-area parte del famoso carosello Dolomiti SuperSki, nonchè del rinomato Giro dei 4 Passi: il Sellaronda con i 40 km sugli sci. Punto di forza della località, è l’accesso diretto agli impianti di risalita con ben due stazioni di partenza dal centro del Paese. Di seguito alcuni tour consigliati con chilometri e chilometri di piste perfettamente innevate e preparate vi aspettano nelle Dolomiti Patrimonio Unesco.

Ski Tour “La Regina” ghiacciaio della Marmolada
Chi viene ad Arabba per sciare, non può non provare la discesa più lunga di tutte le Dolomiti: la Bellunese che con i suoi 12 chilometri di pista, e 1.810m. di dislivello è l’attrazione più grande per amanti dello sci. Da Arabba è facilmente raggiungibile con l’ausilio di soli tre impianti di risalita e si arriva già a Malga Ciapela. Consigliamo la visita al Museo della Grande Guerra il museo più alto d’Europa, la Grotta della Madonna ed in cima la gran terrazza panoramica.

Ski Tour Grande Guerra
Il Giro sciistico della “Grande Guerra” è uno splendido tour che si snoda sotto le pareti delle più belle cime dolomitiche (Civetta, Pelmo, Nuvolau-Averau, 5Torri, Tofane, Lagazuoi, Cime di Fanis, Conturines, Sassongher, Sella, Marmolada), ed ha come epicentro la montagna simbolo della Grande Guerra del ’15-‘18, il Col di Lana, alla quale si gira attorno. Durante questo tour sugli sci sarà possibile intravedere le postazioni, le linee delle trincee e vari reperti appartenuti ai soldati italiani ed austriaci che hanno vissuto il conflitto.

Ski Tour del Lagazuoi – Passo Falzarego
Un suggestivo Ski Tour nell’area del Passo Falzarego e del Lagazuoi. Da Arabba è facilmente raggiungibile andando in direzione del Pralongià seguendo per San Cassiano – Armetarola. Da qui c’è il servizio bus che in 15 minuti arriva al Passo Falzarego. Arrivati in cima al Lagazuoi con l’omonima funivia si consiglia una sosta sulla terrazza panoramica, una vista a 360° sulle Dolomiti Patrimonio UNESCO, per poi discendere lungo la pista Armentarola, una pista unica in un incantevole panorama dolomitico dove si potranno ammirare le famose cascate di ghiaccio fino ad arrivare al traino dei cavalli che vi porteranno a Capanna Alpina per poi rientrare nuovamente ad Arabba

Ski Tour Panorama
Direttamente da Arabba si prende l’ impianto di Porta Vescovo in direzione del Passo Pordoi e Belvedere. Da qui si seguono le indicazioni di colore giallo che indicano lo Skitour Panorama per Pecol-Col dei Rossi, Alba di Canazei, Ciampac, Sella Brunech, Buffaure e Pozza di Fassa. Da Pozza di Fassa inizia il ritorno con gli impianti di risalita nella stessa direzione dell’andata.

Ski Tour Sass dla Crusc
Un tour al cospetto del Gardenaccia e del Sasso di Santa Croce. Partenza da Arabba con la Seggiovia del Burz in direzione Corvara, per poi raggiungere il Col Alt e successivamente il Piz La Ila con la sua rinomata pista sulla quale vengono svolte due gare dei campionati mondiali di sci: la Gran Risa. Compiuta la discesa ci si dirige verso il Gardenaccia per poi prendere la seggiovia di collegamento Pradüc verso Badia e con altri due impianti si raggiunge Sass dla Crus e la ben nota chiesetta ai piedi del suo massiccio. Per la discesa vi aspetta una delle piste piu lunghe della Val Badia. Con una lunghezza di 2,5 km presenta anche innumerevoli cambi di pendenza ed è quindi adatta ad ogni tipo di sciatore.

Andrea Etrari